Quantcast

Scuola,ipotesi accorpamento con Ic Simeri non piace a sindaco Zagarise

Le perplessità di Domenico Gallelli 


“La proposta avanzata dalla Provincia di Catanzaro relativamente al dimensionamento scolastico 2020-2021 che vede l’accorpamento delle scuole del comune di Zagarise all’IC di Simeri Crichi, ci lascia profondamente delusi sia nel metodo utilizzato dalla provincia di Catanzaro che nel merito della scelta”. Lo scrive in una nota stampa il sindaco di Zagarise Domenico Gallelli. 

“Il metodo utilizzato di imporre delle scelte senza un minimo di concertazione con gli enti territoriali e del dirigente scolastico la dice lunga sul modus operandi di chi politicamente nella provincia di Catanzaro ha operato queste decisioni non considerando le esigenze pedagogicodidattico-storico-relazionali delle comunità coinvolte. Nel merito questa proposta, che ancora deve passare al vaglio delle competenti commissioni consiliari, del consiglio provinciale e della regione Calabria, non tiene minimamente in considerazione il fatto che Zagarise dopo aver perso negli anni scorsi l’autonomia scolastica si troverebbe a dover passare dalla dirigenza di Sersale a Simeri Crichi, triplicando i chilometri di distanza con evidente disagio logistico per il corpo docente, il personale scolastico, i genitori e a danno della gestione, dovendo il dirigente di Simeri Crichi muoversi su un territorio molto vasto ed orograficamente complesso.

In tal senso si è sottoscritto assieme al Sindaco di Sersale ed alla dirigente scolastica Brutto una nota di disappunto già trasmessa al Presidente della provincia ed ai membri delle commissioni consiliari che si dovranno esprimere nei prossimi giorni ed in data odierna l’amministrazione comunale ha convocato i rappresentanti d’Istituto sia del corpo docente che dei genitori per mettere in campo tutta una serie di iniziative di protesta a partire da un consiglio comunale urgente. Fermo restando che la soluzione così come prospettata non metterebbe al riparo l’autonomia scolastica dell’IC di Simeri Crichi appena istituito per il quale è prevista una popolazione scolastica di 614 alunni, soltanto 14 in più rispetto al limite minimo previsto per legge e che non tiene conto del decremento costante di nascite nei prossimi anni, pertanto se così fosse magari si riproporrà fra qualche anno di rispostare Zagarise in un altro comune, subendo per l’ennesima volta mortificazioni da chi nel predisporre questi piani non conosce minimamente le problematiche del territorio”.