La robotica è nel futuro dei ragazzi dello Scalfaro

Al via il progetto di partenariato Pearson e Comau

Più informazioni su


    E’ partito il 31 gennaio presso l’Istituto tecnico tecnologico statale  “E. Scalfaro” di Catanzaro il progetto “Il patentino della robotica”, che è stato presentato dal dirigente scolastico Vito Sanzo nel corso della prima lezione, aperta a docenti, studenti e genitori, al fine di partecipare a tutti gli stakeholder gli importanti obiettivi dell’iniziativa e le grandi opportunità che essa offre. “Si tratta – ha sottolineato il dirigente Vito Sanzo – di un progetto che la nostra scuola ha attivato in collaborazione con Pearson e Comau, leader mondiale nel settore dell’automazione industriale: ben 157 studenti, dopo aver superato un esame al termine di un percorso formativo di 40 ore, conseguiranno il patentino della robotica che aprirà loro il mondo dell’Industria 4.0 e, quindi, del lavoro del futuro. Il settore dell’automazione, infatti, è in forte sviluppo in tutto il mondo e in Italia se si considera che il fabbisogno occupazionale della filiera meccatronica e robotica potrà riguardare fra 89.000 e 94.000 lavoratori entro il 2023. Perciò, occorre preparare i ragazzi per le nuove richieste del mercato del lavoro, fornendo loro competenze avanzate di tecnici altamente qualificati”.

    Il patentino della robotica è una certificazione di uso e programmazione di robot industriali, riconosciuta a livello internazionale ed equivalente a quella rilasciata a professionisti e aziende – ha proseguito Vito Sanzo. Inoltre, è valida come percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento (ex alternanza scuola-lavoro) per un totale di 100 ore riconosciute dal MIUR. Questo progetto è stato pensato per dare ai nostri studenti sempre maggiori e migliori opportunità di formarsi adeguatamente per il nuovo mondo delle professioni e del lavoro; ha coinvolto attivamente il personale docente della scuola che si è dovuto formare per poter erogare il percorso ai ragazzi. La scuola ha messo in campo grandi risorse gestionali, professionali e strumentali per poter offrire la certificazione del patentino della robotica ai nostri iscritti, puntando sempre più sulla qualità e diversificazione della nostra offerta formativa e promuovendo la vocazione altamente tecnologica propria del nostro Istituto”.

    Più informazioni su