Quantcast

Coronavirus a Rione Fortuna: Ic Casalinuovo Catanzaro Sud chiede il rinvio dell’inizio dell’anno scolastico

La lettera al sindaco del preside e del presidente del Consiglio d'Istituto

Più informazioni su

I casi di coronavirus registrati in una palestra di rione Fortuna di Catanzaro fanno crescere la preoccupazione in zona una incognita in più in vista dell’apertura dell’anno scolastico prevista per il 24 settembre. Secondo quanto si è appreso già stamattina i genitori del locale Istituto Comprensivo Casalinuovo avevano fatto sapere di voler chiedere formalmente al sindaco Sergio Abramo il rinvio dell’inizio delle lezioni. E’ degli ultimi minuti una lettera firmata dal dirigente scolastica Maria Riccio e di Francesco Citriniti presidente del consiglio d’Istituto con questa richiesta che riportiamo integralmente.

“Il Consiglio d’Istituto dell’IC Casalinuovo , riunito in data 21 /09/2020 alle ore 14,00 esprime forte perplessità circa l’apertura imminente dell’anno scolastico considerati gli ultimi eventi che hanno visto coinvolto il quartiere Fortuna, su cui ruotano i plessi dell’istituto, nei casi di contagio accertati e legati alla palestra ubicata nel territorio. L’effettiva entità del problema non è purtroppo valutabile nell’immediato , ma lo sarà nel momento in cui le scuole potrebbero già essere aperte con forte rischio di aumento di contagi che potrebbe determinare una immediata chiusura della scuola. Si è appreso che molti genitori manifestano forte preoccupazione legata alla possibilità di avere avuto contatti con i casi positivi riconosciuti e quindi esprimono la loro intenzione di non mandare i propri figli a scuola finchè la situazione non sarà sotto controllo. Aprire la scuola in queste condizioni vorrebbe dire creare un forte stato d’ansia e preoccupazione in alunni, famiglie e personale scolastico che non creerebbe di sicuro i presupposti per un avvio in sicurezza e serenità che finora si era cercato di garantire con la collaborazione dell’ente locale. Pertanto si chiede a codesto spett.le ente , nella persona del Sindaco, di valutare la proposta della proroga dell’anno scolastico fino a quando la situazione non sarà chiara e sotto controllo per permettere così un avvio sereno del nuovo anno” .

Più informazioni su