Quantcast

Ite Grimaldi Pacioli, torna online l’iniziativa Catanzaro Legal Economy

La sesta edizione: “I diritti senza genere” contro ogni discriminazione

Più informazioni su

    L’Istituto Tecnico Economico Grimaldi-Pacioli di Catanzaro, promuove da 6 anni un’iniziativa denominata Catanzaro Legal Economy che nelle precedenti edizioni si è occupato delle seguenti tematiche:

    • Ndrangheta: da struttura arcaica a holding finanziaria-
    • Green Economy ed Ecomafie
    • Testimoni di Giustizia
    • “C’era una svolta : Il Tabù della corruzione”
    • “Immigrazione e fuga di cervelli

    Si tratta di giornate di studio, precedute da un percorso interdisciplinare del modulo di Cittadinanza e Costituzione (ora inserito nel percorso di Educazione civica), coordinato dal prof. Gaetano Mancuso, che vedono i ragazzi protagonisti di attività di approfondimento sulla base degli stimoli forniti dai docenti.

    Attraverso lavori di gruppo e laboratoriali, gli alunni realizzano prodotti multimediali ed opuscoli per un confronto, non da passivi spettatori, ma “alla pari” con esperti  e personalità delle Istituzioni con l’obiettivo di favorire la partecipazione democratica. Hanno fornito il loro contributo nelle passate edizioni il Dott. Nicola Gratteri, , Don Giacomo Panizza , Dott.ssa Alessia Candito (giornalista di Corriere della Calabria e collaboratrice per Repubblica e L’Espresso),  il Dott. Giovanni Bombardieri, il Dott. Daniele Rossi, lo scrittore Gioacchino Criaco, Pierdomenico Sirianni (coautore del libro “Natale De Grazia: le navi dei veleni); il senatore Sandro Ruotolo (giornalista RAI e di Fanpage), il Dott. Vito Valerio, sostituto procuratore della Procura di Catanzaro; il dott. Damiano Iovino, giornalista di Panorama e tanti altri esponenti dell’associazionismo e delle istituzioni.

    Il titolo scelto per la sesta edizione è “I diritti senza genere” e la finalità sono quelle di riconoscere e saper individuare le situazioni integranti fenomeni discriminatori; apprezzare le diverse identità in un’ottica di dialogo e rispetto

    Il primo incontro di una maratona di sensibilizzazione per l’eliminazione della violenza contro le donne (che si protrarrà per un’intera settimana) si avvale della collaborazione del Centro Antiviolenza della Fondazione Citta solidale onlus.

    La manifestazione è stata aperta dal Dirigente scolastico, prof.ssa Grazia Parentela, che ha sottolineato l’importanza del ruolo della scuola nell’attività di prevenzione di un fenomeno (purtroppo dilagante) attraverso la cultura del rispetto dell’altro e la sensibilizzazione sul valore della persona come corpo, pensieri, idee e spiritualità.

    La dott.ssa Monica Riccio del Centro Aiuto Donna ha evidenziato la necessità di una campagna nelle scuole, soprattutto in quelle elementari, per un’azione di controllo degli istinti di sopraffazione e per la diffusione della cultura del rispetto della diversità sessuale.

    Nonostante le modalità da remoto, la partecipazione dei ragazzi è stata particolarmente attiva con la presentazione di prodotti multimediali ed un serrato confronto con la psicoterapeuta, responsabile del centro.

    Più informazioni su