Scienza, l’università di Norwich gratifica un giovane ricercatore della provincia di Catanzaro

Gli studi di Raffaele Colosimo, originario di Petronà, sulle micoproteine, pubblicati sui canali ufficiali dell'ateneo

Le tesi scientifiche di un giovane ricercatore di Petronà fanno rumore nel mondo accademico inglese.

L’autore è Raffaele Colosimo. Segni particolari: una smisurata  passione per le scienze, quelle applicate. L’impegnato studioso  di Petronà lavora da anni presso l’Università Quadram Institute Bioscience di Norwich, così impegnato che una sua ricerca sulle micoproteine, ovvero un derivato di origine fungina, è stata pubblicata sui canali ufficiali dell’ateneo inglese. Non tutti gli studenti conquistano la prestigiosa vetrina universitaria, solo i più meritevoli, Raffaele Colosimo ce l’ha fatta. Motivo? La micoproteina, dimostra anche la sua ricerca corroborata da dati empirici, migliora la situazione clinica anche di pazienti con malattie cardiovascolari e diabete di tipo 2.

Per Raffaele Colosimo,  la microbiologia è la soluzione alternativa e sostenibile per rispondere al fabbisogno alimentare della popolazione  mondiale che, secondo le stime dell’Onu, raggiungerà i 9,7 miliardi nel 2050 e non basteranno le classiche fonti animali e vegetali, su cui si basa nostro sostentamento.

Raffaele Colosimo ha frequentato, con ottimi risultati, l’Istituto comprensivo “Corrado Alvaro” di Petronà  per poi diplomarsi,sempre con ottimo profitto,  presso  il  liceo scientifico di Sersale e  laurearsi con 110 e lode in scienze della nutrizione all’università di Pisa.

L’hanno capito in tanti: Raffaele Colosimo non ama vivacchiare, non ama stare parcheggiato ai lati della vita, ma ama vivere per traguardi alti con gioia e coraggio.

Quando l’inclinazione fa rima con abnegazione, ecco una biografia che merita di essere raccontata per ergersi ad esempio.