Quantcast

Kibi e la tecnologia del futuro all’I.T.E. Grimaldi-Pacioli

I ragazzi del Grimaldi-Pacioli hanno fatto conoscenza di una startup che opera, proprio, nel settore della Silver Economy e che pone la robotica e l’intelligenza artificiale al servizio degli anziani

Non capita tutti i giorni di partecipare ad un’attività di alternanza scuola lavoro con la presenza di innovation manager, docenti universitari di robotica ed intelligenza artificiale, specialisti in internalizzazione e sviluppo aziendale, esperti di marketing strategico operativo e imprenditori di successo.

L’eccezionale esperienza è stata offerta agli alunni dell’I.T.E Grimaldi Pacioli nell’ambito del percorso “Economie e Trasformazione digitali” nella tappa dedicata alla Silver Economy, cioè a quel settore dell’economia volto a soddisfare i bisogni degli anziani. Si tratta di un’opportunità di sviluppo economico e di occasioni di lavoro, come ha sottolineato l’ing. Rosario Nisticò nella sua relazione introduttiva, nella quale ha evidenziato che gli over 65 rappresentano una fetta sempre più consistente della popolazione e registrano un costante incremento di spesa. L’Italia, con circa 14 milioni di anziani, si classifica al primo posto tra i paesi in Europa con la popolazione più vecchia; da qui l’interesse non soltanto dal punto di vista sanitario, ma anche in generale dal punto di vista dei servizi ad essi rivolti, tra cui anche intrattenimento e turismo. L’interesse è poi condiviso sia in ambito privato, dove ad esempio si registra un crescente numero di startup e investitori, che in quello pubblico, dove le prospettive di crescita economica e lo spettro della sostenibilità di tale situazione  demografica giustificano investimenti crescenti.

I ragazzi del Grimaldi-Pacioli hanno fatto conoscenza di una startup che opera, proprio, nel settore della Silver Economy e che pone la robotica e l’intelligenza artificiale al servizio degli anziani. Si tratta di Teseo, presentata dal product manager, Alessio Capitanelli, una startup innovativa genovese nata per rispondere ad un bisogno molto diffuso: come conciliare i propri innumerevoli impegni con la cura di una persona non del tutto autonoma, per lo più anziana, che desidera mantenere la propria indipendenza. Teseo ha ideato, appunto, Kibi un sistema di monitoraggio che fornisce informazioni pratiche sulle necessità specifiche della persona assistita anche quelle legate a motilità, igiene, e alimentazione e li notifica istantaneamente in caso di emergenza.  Kibi si avvale di un assistente vocale che è frutto dello studio della dott.ssa Marta Cristofanini che ha fatto conoscere ai ragazzi il ruolo del “conversation designer” come nuova figura lavorativa emergente, capace di disegnare conversazioni efficaci e il più possibile naturali tra noi umani e le macchine.

In collegamento da Londra, la dott.ssa Giulia Sirigu, rappresentante la Camera di Commercio e dell’Industria d’Italia in Inghilterra, che presta la sua attività presso Inventya, un’agenzia di innovazione che aiuta le imprese a portare prodotti e servizi nel Regno Unito. Il dibattito ha visto la partecipazione del prof. Renato Zaccaria, già Presidente del corso di Laurea in Ingegneria Informatica e cofondatore del corso di laurea “Emaro”  Robotics Engineering, finanziata dall’U.E., erogata in lingua inglese e con mobilità obbligatoria, i cui studenti acquisiscono un doppio titolo internazionale,  nonché della prof.ssa Antonella Giuni , esperta di marketing strategico e progettista software nel team che ha realizzato il primo tomografo RM (Risonanza Magnetica) italiano installato in un ospedale pubblico oltre che di Genova Robot e del manager Rino Chillemi, responsabile commerciale di Calabria e Sicilia di Maticmind, il colosso, da trecento milioni di fatturato, specializzato in networking, cybersecurity, datacenter.

Una giornata che ha consentito ai fortunati alunni del Grimaldi-Pacioli di acquisire conoscenze da utilizzare nella realizzazione delle startup da loro ideate.

Maggiori informazioni sul progetto, unico in Italia, potranno essere fornite ai genitori ed alunni delle scuole medie in occasione dell’open day del prossimo 19 gennaio, ore 15.30.