Quantcast

Vaccinazioni, Pd Catanzaro: “Individuare strutture. In città non mancano”

"I militanti del PD con competenze mediche sono a disposizione dell’amministrazione se necessario"

Più informazioni su

    La lotta al Covid19 – scrive il Pd di Catanzaro – deve continuare con le giuste misure di precauzione per arginare il diffondersi del virus e nello stesso tempo procedere, magari incrementando, il numero della somministrazione dei vaccini. Attualmente la nostra regione è ultima in Italia nel rapporto tra dosi consegnate, circa 152.500 e dosi somministrate circa 90.000. Siamo intorno al 59% di vaccini effettuati contro una media nazionale del 76%.

    Sotto questo aspetto un ruolo determinante è rivestito dalla capacità organizzativa delle istituzioni nel mettere in campo un piano di vaccinazioni adeguato ed efficiente.

    In questo senso, l’ipotesi di affidare ai medici di famiglia la vaccinazione degli ultra ottantenni e in generale dei pazienti più fragili, sembra una misura alquanto opportuna sotto vari punti di vista. Il primo è la copertura territoriale che i medici di medicina generale possono assicurare per via della loro fitta diffusione sul territorio e secondo, nessuno più di loro, può avere informazioni utili sui pazienti che necessitano, in via prioritaria, delle vaccinazioni. Il coinvolgimento di queste figure potrebbe portare ad un’accelerazione nelle procedure di vaccinazione, ma cosa ancora più importante ad sicuro un decremento dei decessi.

    Allo stato attuale però hanno aderito all’iniziativa solo quei medici che operano in strutture associate, mentre qualche difficoltà c’è per coloro che invece non possono contare su spazi adeguati.

    Vista però l’importanza della questione, è auspicabile un intervento diretto del Sindaco Abramo che, in intesa con le ASL, potrebbe individuare delle strutture distribuite uniformemente sul territorio comunale per dare la possibilità a tutti i medici di poter effettuare le vaccinazioni.

    Di strutture comunali non utilizzate ce ne sono diverse, da Catanzaro Nord (palazzetto dello sport di via Paglia ad esempio) a Catanzaro Lido (Ente Fiera in primis), quello che serve è solo la volontà politica per attrezzarle in tempi brevi magari dotandole anche di personale infermieristico. Da questo punto di vista i militanti del PD con competenze mediche sono a disposizione dell’amministrazione per facilitare o coadiuvare qualsiasi iniziativa volta a migliorare la tutela e la difesa della salute pubblica.

    L’importante è procedere con estrema urgenza non solo per la questione Covid, ma anche per avviare un percorso che porti nel tempo ad avvicinare la sanità ai cittadini realizzando il concetto di “sanità di prossimità” che potrebbe essere un primo passo per un sistema della salute più efficiente.

    Più informazioni su