Quantcast

Per l’Itts Scalfaro un altro partner formativo di prestigio

Attivato un percorso di Automazione Industria 4.0 con Siemens Italia

Nonostante le difficoltà legate alla pandemia da Covid-19 e il delicato momento storico che anche il mondo della scuola si trova da più di un anno a vivere, l’impegno delle istituzioni scolastiche per migliorare e qualificare sempre più la propria offerta formativa, pensando al futuro dei giovani, non sembra fermarsi.

E’ questo il caso dell’Istituto tecnico tecnologico statale “E. Scalfaro” di Catanzaro – il cui dirigente è Vito Sanzo – che ha avviato un percorso per le  competenze trasversali e l’orientamento con un partner di grandissimo prestigio nazionale e internazionale, Sce Italia – Programma Education Siemens Italia – Siemens S.p.A., diretto dall’ingegner Raffaella Menconi.

Grazie a ciò, la classe III B di Elettrotecnica dell’Istituto intraprenderà un percorso di formazione triennale volto all’acquisizione di competenze professionali nel campo dell’automazione Industria 4.0, usufruendo del materiale didattico messo a disposizione da Sce e delle apparecchiature di automazione di ultima generazione Siemens che sono presenti nei laboratori dello “Scalfaro”.

Questo esclusivo percorso di Pcto rappresenta il frutto di un’attività di formazione iniziata già l’anno scorso, quando – in piena pandemia – due docenti dell’Istituto “Scalfaro” hanno conseguito la Certificazione delle competenze di Automazione Base per Docenti Tecnici per l’anno 2020/2021 e sono, così, diventati degli Sce Trainer Automazione Base.

L’Istituto “Scalfaro” si pregia oggi di essere diventato sede ufficiale dei corsi Siemens SCE Italia e di essere anche uno fra i pochissimi e i primissimi istituti in Italia ad aver attivato questo PCTO con SCE Trainer Siemens, che sarà tenuto, oltre che dai due docenti Sce trainer della scuola, anche dal tutor esterno Giancarlo Lanzone, ScePromoter South Italy.

Grande la soddisfazione del dirigente Vito Sanzo per l’importante risultato “ottenuto grazie a un lavoro e a un impegno incessante da parte della scuola per consentire ai nostri giovani studenti di fare esperienze professionali di livello nell’Industria 4.0 e di prepararsi sempre più accuratamente alle sfide innovative del mondo del lavoro e della formazione”.