Quantcast

Catanzaro: dal 14 al 25 giugno “Tutte le strade portano a scuola”

Le attività, previste nelle aree verdi della città, sono un’iniziativa del progetto Crescere in Calabria

Oltre 10 giorni per ritrovare socialità, fiducia in se stessi e nuovi stimoli. Succede a Catanzaro, da lunedì 14 a venerdì 25 giugno 2021: nelle aree verdi della città, al Parco della Biodiversità Mediterranea e a Villa Trieste, 80 ragazzi potranno partecipare a “A tutte le strade portano a scuola”. Questo il nome dell’azione del progetto a carattere regionale Crescere in Calabria, selezionato dall’Impresa Sociale Con i Bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Durante le due ultime settimane del mese di giugno, il Centro Calabrese di Solidarietà e l’Istituto Comprensivo Statale Nord/Est Manzoni di Catanzaro propongono attività all’aperto peril rafforzamento e il recupero delle abilità sociali, relazionali, comunicative e di animazione ludica, sportiva e vocazionale per due gruppi da 40 ragazzi l’uno, che frequentano presso i plessi di Pontegrande e Mazzini.

Le attività, tutte previste in modalità outdoor e gestite da educatori, psicologi, pedagogisti, sociologi e volontari del Centro Calabrese di Solidarietà insieme al personale docente della Scuola consentiranno agli studenti di riappropriarsi degli spazi di crescita, dei luoghi e delle modalità ludico/ricreative che erano state temporaneamente sospese a causa della pandemia.

I laboratori si svolgeranno dalle ore 9.00 alle 13.00 e saranno realizzati nel pieno rispetto delle regole anti Covid19 in vigore. A metà mattina è prevista la consumazione monoporzione della merenda per i ragazzi e le ragazze partecipanti.

Crescere in Calabria è un progetto sperimentale, di cui è capofila l’Associazione Civitas Solis di Locri, promosso da una rete formata da 9 enti di terzo settore, 13 istituti scolastici contraddistinti da rilevanti fenomeni di abbandono e dispersione, l’Assessorato regionale Istruzione, Università, Ricerca scientifica e Innovazione, il Centro Giustizia Minorile per la Calabria del Ministero della Giustizia, l’Istituto per la Ricerca Sociale di Bologna come soggetto valutatore.

L’intervento, che si realizza nelle aree a maggiore criticità sociale della regione Calabria, ha l’obiettivo di garantire, attraverso l’uso di metodologie innovative provenienti dalla formazione esperienziale e motivazionale, il successo formativo e la permanenza entro i percorsi di istruzione e formazione di adolescenti caratterizzati da particolari fragilità

Per l’area del Catanzarese sono partner l’Associazione Centro Calabrese di Solidarietà e l’Istituto Comprensivo Statale Nord/Est Manzoni di Catanzaro che, in sinergia, stanno portando avanti la programmazione sospesa nei mesi precedenti causa emergenza sanitaria dovuta all’infezione del virus Covid 19.

Per informazioni:prevenzione@ccscatanzaro.it e tel 0961557270