Quantcast

Premio alla Ricerca: riconoscimento per l’Umg di Catanzaro dalla Società Italiana di Endocrinologia

Nel gruppo di ricerca del professor Brunetti dell'ateneo catanzarese anche ricercatori dell’Università di San Francisco e dell’Università di Berlino

Più informazioni su

Un importante riconoscimento scientifico è stato assegnato al gruppo di ricerca coordinato dal Prof. Antonio Brunetti dell’Università Magna Græcia di Catanzaro, in collaborazione con le Università Charitè (Berlino) e della California (San Francisco, USA) durante il 41° Congresso Nazionale SIE, tenutosi a Roma dal 14 al 17 Luglio 2021.

Lo studio, intitolato “Il Mir-128 indotto dall’ipossia riduce la stabilità dell’RNA messaggero (mRNA) del recettore insulinico nel tessuto adiposo, determinando insulino-resistenza associata all’obesità”, è stato selezionato come la migliore “poster presentation” da una giuria di esperti nel corso del Congresso, cui hanno partecipato i principali team di ricerca nel settore della endocrinologia clinica e sperimentale e delle malattie del metabolismo.

Il lavoro si colloca nell’ambito dello studio dei meccanismi molecolari responsabili della resistenza insulinica associata al diabete mellito di tipo 2 e all’obesità. La ricerca ha permesso di identificare un nuovo marcatore molecolare, miR-128, la cui presenza, indotta dall’ipossia del tessuto adiposo, è drasticamente aumentata nel grasso viscerale dei soggetti obesi.

Questo importante risultato ottenuto dall’Università di Catanzaro testimonia l’attenzione che la Comunità scientifica mostra per il lavoro condotto presso il laboratorio di ricerca coordinato dal Prof. Antonio Brunetti, nell’ambito della resistenza insulinica che caratterizza l’obesità addominale, il diabete e la sindrome metabolica che ha come conseguenze l’aumento del rischio cardiovascolare e cerebrovascolare.

Più informazioni su