Quantcast

Figliuolo a Regioni, dati univoci su scuola entro il 20 agosto

Nella lettera Figliuolo sottolinea che la lista è sono necessari visto che finora sono arrivati dati che "in alcuni casi, evidenziano variazioni relative sia alle platee sia alle percentuali" dei vaccinati

Entro il 20 agosto regioni e province autonome dovranno fornire “dati univoci che tengano conto del reale andamento della campagna vaccinale” nella scuola. E’ quanto scrive il Commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo in una nuova lettera inviata alle regioni con l’obiettivo, viene sottolineato, di dare un ulteriore segnale di attenzione al mondo della scuola la cui ripartenza è un obiettivo prioritario del governo. Nella lettera Figliuolo sottolinea che la lista è sono necessari visto che finora sono arrivati dati che “in alcuni casi, evidenziano variazioni relative sia alle platee sia alle percentuali” dei vaccinati.

Alle Regioni il generale chiede di chiarire, per quanto riguarda la platea, “la tipologia di personale in servizio che è stato considerato ‘scolastico (dirigente, docente, Ata, amministrativo, ecc), distinguendo tra pubblico e privato (paritarie e non)”. In relazioni alle somministrazioni, invece, si chiede di escludere dal conto il personale non in servizio e di chiarire il dato di coloro che si sono vaccinati ma non sono stati registrati come appartenenti alla categoria.