Quantcast

Presila, una corsa autobus in più per studenti da Petronà a Sersale

Ne beneficeranno anche i ragazzi di Andali e Cerva. Risolta la problematica posta nei giorni scorsi

Problema sollevato, problema risolto.
Trova la giusta soluzione la vertenza degli studenti pendolari della presila catanzarese.
L’azienda Romano Autolinee ha messo una corsa in più per gli studenti pendolari che da Petronà, Andali e Cerva che si recano nella vicina Sersale per frequentare il liceo scientifico e istituto superiore agraria.

La corriera era una sola e non venivano rispettate le linee guida indicate dal Ministero dei trasporti che, in tempi di Covid, indica l’80% sul totale della capienza passeggeri.
Indignata è stata la protesta di tanti genitori che, in una lettera aperta scritta insieme alla Dirigente scolastica dell’istituto superiore di Sersale Cristina Lupia, hanno parlato di “diritto alla studio negato per tanti studenti dell’entroterra catanzarese ”.

La missiva era stata inviata anche alla Regione Calabria e alla Prefettura di Catanzaro, dopo di che l’azienda ha accolto le istanze dei genitori degli studenti vessati dal disservizio.
Lieto fine: andare a scuola ora è tutta un’altra cosa per quasi ottanta studenti pendolari della provincia di Catanzaro.