Quantcast

Atti vandalici a scuole, Fiorita: da cittadino e genitore sono rimasto incredulo. Scuole meritano attenzione specifica

Il leader di Cambiavento: "La politica non può esimersi dal garantirle, non può esimersi dal suo ruolo"

La scuola è uno spazio sacro”. Me lo ha detto  – scrive su Facebook il leader di Cambiavento Nicola Fiorita un’insegnante questa mattina e trovo ci sia una grande verità in quelle parole.
L’ho incontrata quando sono andato a vedere con i miei occhi cosa fosse successo alle scuole vandalizzate questa notte. Volevo rendermene conto in prima persona.

Ha ragione la professoressa: quello della scuola è un luogo laicamente sacro in cui si costruiscono le persone. Chi lo ha violato – nel caso della Patari-Rodari per l’ennesima volta – ha voluto colpire proprio lì, dove si formano le coscienze.
Da genitore, da cittadino sono rimasto incredulo nel vedere con quanto odio e quanta violenza immotivata e fine a sé stessa qualcuno si sia accanito su banchi, vetrate, computer, laboratori, mappamondi. Persino sull’albero di Natale e sul presepe.

I fatti di questa notte, gravissimi non solo per i danni fisici, sono specchio dell’abbandono istituzionale riservato alla scuola.
Servono sicurezza e cura dell’istituzione scolastica, attenzione sociale al suo ruolo. La scuola, invece, negli ultimi anni è diventata un tema scottante da trattare con distacco da parte della politica locale.

Lo dico, assieme a Cambiavento Catanzaro, da tempo, con atti e fatti concreti: le nostre scuole richiedono attenzione specifica, richiedono serenità. E la politica non può esimersi dal garantirle, non può esimersi dal suo ruolo”.