Aquile, il derby con la Reggina per dimenticare Francavilla e non solo

Brucia ancora il ko dell’andata con gli amaranto. Porte aperte al Ceravolo e spalti gremiti per la supersfida. Tra i giallorossi Kanoute e Tulli perfettamente recuperati

La spinta di oltre cinquemila sugli spalti – 5572, abbonati compresi, è il dato definitivo a chiusura della prevendita. La voglia di riscatto dopo un tonfo inaspettato e quel boccone amaro dell’andata ancora da mandare giù. E’ alle porte il derby contro la Reggina: il Catanzaro mescola entusiasmo e rivalsa e medita nell’ombra lo sgambetto alla capolista. Domani, al “Ceravolo”, sarà super sfida tra la banda Auteri e la corazzata Toscano.

QUI GIALLOROSSI – L’assenza di Atanasov, bloccato da un affaticamento muscolare, è la notizia della vigilia in casa aquile: al suo posto giocherà Riggio, chiamato a duello contro l’esperto Denis. In mediana si rivedrà nuovamente De Risio dopo il turno di stop concesso a Francavilla e la fascia di destra sarà ancora competenza di Casoli. Tulli e Kanoute sono pienamente recuperati ed in ballottaggio per partire dall’inizio: probabile che il tecnico di Floridia si affidi al tridente delle sue prime uscite optando per l’ex Trapani insieme a Di Piazza e Carlini. «Abbiamo ancora tempo per i dettagli» ha chiosato oggi in conferenza stampa: domani, nelle ore subito precedenti la scesa in campo verranno dunque tirate le somme definitive.

QUI AMARANTO – Toscano deve invece rinunciare a Bianchi ma recupera Gasparetto dopo la squalifica. «Non è una partita come le altre – ha affermato l’allenatore reggino alla vigilia – conosciamo le difficoltà della gara e dovremo essere bravi ad interpretarla nella maniera giusta». Chiave della sfida che potrebbe risiedere nei duelli individuali in mezzo al campo: «Saranno determinanti per fare la differenza – ha aggiunto Toscano – Il Catanzaro si è rafforzato molto e bene sul mercato, sarà una gara di livello importante per la categoria, quasi all’inglese». Sfida speciale per il catanzarese Guarna; Bellomo agirà da trequartista mentre davanti ci saranno Reginaldo e Denis.

NUMERI – Ricca la bilancia dei precedenti tra le due squadre con ben ventotto incontri disputati finora a Catanzaro tra giallorossi ed amaranto. L’ultimo in ordine cronologico è quello del novembre 2018 deciso da uno stacco imperioso di Infantino a sette minuti dalla fine. Vittoria reggina, invece, l’anno precedente: sempre per uno a zerop e con Bianchimano a tabellino. Nella stagione 2016/17 fu ancora l’alto attaccante lombardo, ora risorsa per le aquile, a rispondere nel recupero alla rete su rigore di Giovinco (1-1).

CATANZARO (3-4-3) : Bleve; Celiento, Riggio, Martinelli; Casoli, Corapi, De Risio, Contessa; Carlini, Di Piazza, Tulli. All. Auteri

REGGINA (3-4-1-2) : Guarna; Loiacono, Bertoncini, Rossi; Garufo, De Rose, Suounas, Rolando; Bellomo; Reginaldo, Denis. All. Toscano