Giornata mondiale contro il fumo, a non accendere la prima sigaretta si impara da ragazzi

Termina la campagna promossa dalla Società Italiana di Pneumologia Sezione Calabria

Che sarà mai …prova anche tu …così si diventa grandi…. E dopo la prima è difficile uscire.La sigaretta è proprio così da sempre simbolo del successo o della trasgressione essa rappresenta uno dei maggiori fattori di rischio cardiovascolari e respiratori. Per tale motivo è necessario non iniziare a fumare, su questo si basa la campagna educazionale “Respira la vita” promossa dalla Società Italiana di Pneumologia Sezione Calabria, dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Catanzaro, dall’Istituto Comprensivo “Rodari-Patari” e dall’Istituto Comprensivo Statale “Tommaso Campanella” di Catanzaro e con il patrocinio di Società Italiana di Pneumologia (SIP) Italian Respiratory Society (IRS), dell’Università degli Studi “Magna Grecia” di Catanzaro, dal Dipartimento di Scienze della Salute dell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro. Tale progetto educazionale si concluderà domani   in occasione della giornata mondiale contro il fumo di sigarette e, rivolto ai giovani ed ai giovanissimi delle scuole, ha avuto come finalità quella di evidenziare i rischi a breve e lungo termine del fumo di sigaretta. Durante 7 giorni di lavoro telematico docenti e discenti hanno parlato a lungo dei rischi legati al fumo attivo e passivo che non varia con l’uso di sigarette elettroniche o simili a significare la vicinanza delle istituzione alla vita dei giovani futuri adulti per arrivare ad un mondo più sano.