“Mio figlio positivo convive con gli anziani nonni, ma nessuno ha indicato una procedura da seguire”

Tanta gente, che pure vorrebbe seguire le giuste indicazioni per evitare danni a sè e ad altri, si trova invece "burocraticamente abbandonata"

Più informazioni su

La settimana scorsa il primo appello. Messo in quarantena con il figlio e il fratello, il signor A.G non aveva ancora ricevuto la visita dell’Asp per il tampone. Nei giorni successivi i tamponi sono stati effettuati, il signor A.G è risultato negativo con il fratello, ma purtroppo il figlio risulta contagiato da Covid-19. Il ragazzo sta bene ed è asintomatico. Ma il problema ora è la convivenza con gli anziani nonni. L’ Asp infatti non ha comunicato alcuna procedura utile ad isolare il ragazzo o comunque le persone che convivono con lui, padre e zio compresi. Di più.  Racconta A.G.”Giorno uno ottobre finirà la quarantena mia e di mio fratello, ci è stato comunicato che da giorno due ottobre potremo tornare alle nostre attività, ma, ci chiediamo, alla luce delle novità che riguardano mio figlio non sarebbe meglio ripetere gli esami?” Insomma la mancanza di un coordinamento tra le persone e la burocrazia sembra essere ancora il problema, se possibile, più grosso di questa terribile pandemia.

Più informazioni su