Quantcast

Il Capo della Polizia a Catanzaro per inaugurare la sala operativa della questura fotogallery

Giannini e Finocchiaro hanno parlato della tecnologia all'avanguardia di cui la Questura sarà dotata. "Oggi possiamo stare per le strade con sprezzo del pericolo e fare con un click cose prima impensabili"

È stato Lamberto Giannini, capo della Polizia, insieme a Mario Finocchiaro, questore di Catanzaro, al prefetto Maria Teresa Cucinotta, e a Monsignor Vincenzo Bertolone, a tagliare il nastro della moderna sala operativa della questura di Catanzaro. Una inaugurazione rinviata a causa dell’emergenza Covid, ma non per questo meno importante dal punto di vista simbolico, poiché come ha spiegato il Questore, restituisce al territorio un importante presidio di sicurezza, che oggi può vantare il massimo della tecnologia presente a livello di sistema Europa.

Capo della Polizia Giannini a Catanzaro

Come hanno poi ribadito il commissario tecnico Francesco Palaia e il vicequestore Giacomo Cimarrusti, dirigente dell’Upg-sp, che hanno sottolineato le potenzialità di una sala operativa che garantisce rapidità di intervento, continuità di dialogo con tutte le forze di polizia provinciali e utilizzo di sistemi sofisticati in caso di situazioni altamente emergenziali. Nel suo saluto il questore Finocchiaro ha detto: “Un’amministrazione che vuole essere al passo con i tempi non può prescindere dalla tecnologia. La sala operativa della Questura di Catanzaro oggi dialoga con tutte le forze di Polizia, mantenendo così il controllo del territorio, ma dialoga anche con le polizie di altre città europee”.

il prefetto Lamberto Giannini a Catanzaro
Capo della Polizia Giannini a Catanzaro

Lamberto Giannini dal canto suo ci ha tenuto a sottolineare che: “Non va sprecato neanche un minuto per fare attività importantissime sul territorio , quello che non manca è sempre il concetto stare nelle strade e nelle piazze e oggi possiamo farlo con tecnologie che una volta sembravano impossibili, oggi con un click possiamo fare cose impensabili. E tutto questo ha un filo conduttore con la passione, lo spirito di sacrificio, lo sprezzo del pericolo per cose che non sono normali se si pensa che si va incontro a pericoli che possono non farti tornare a casa. Il servizio è al cittadino ma anche la tutela dei nostri operatori è per noi fondamentale. La Calabria è una terra bellissima l’entusiasmo del personale delle forze di polizia è innegabile, ma i problemi ci sono ecco perché non possiamo esimerci, come amministrazione a dare segnali importanti come questi. Lo spirito della polizia di Stato è uno solo, amore per il nostro lavoro, essere sempre disponibili tra di noi e verso la nostra utenza”. Poi l’apprezzamento per il capo dei poliziotti catanzaresi: “Ho sempre ammirato la calma decisione del questore Mario Finocchiaro, un uomo che ha fatto dell’armonia il suo modo di essere e di lavorare”.