Quantcast

Regione Calabria, le voci dalla campagna elettorale

Il commento di Amato, Bruni, Conia e Mancuso

Filippo Mancuso: congratulazioni per successi nel tiro sportivo e palla

Risultati importanti che danno lustro alla Calabria”. È il commento di Filippo Mancuso, consigliere uscente e candidato alle prossime elezioni regionali, sull’importante evento sportivo svoltosi l’11 e il 12 settembre scorsi presso il Centro federale “Torre Baccelli” di Fara in Sabina (in provincia di Rieti), dove si è svolto il Secondo Campionato Mondiale organizzato dal comitato internazionale di Tiro sportivo e caccia & Fidasc Italia. “In questa competizione di caratura internazionale, infatti – oltre che dall’Italia- c’erano atleti provenienti dall’Estonia, dalla Spagna e dalla Francia. I calabresi si sono fatti valere ottenendo risultati di primo piano nonostante la forte concorrenza (in gara c’erano quasi 200 atleti: 105 tiratori di canna liscia e 90 di canna rigata)”. “Un particolare encomio – prosegue Mancuso- intendo rivolgerlo ai tiratori della provincia di Catanzaro che hanno ottenuto l’agognato podio: Antonio Viscomi, Mirella Nisticò, Anna Pia Levato e Giuseppe Corapi”

Conia (De Magistris): sondaggi vogliono influenzare il voto

Girano con cadenza quasi quotidiana presunti sondaggi sulle indicazioni di voto che hanno l’unico maldestro scopo di tentare di condizionare il voto con dati non corrispondenti alla realtà. Il popolo conosce bene il gioco di alcuni sondaggi che non a caso non corrispondono mai ai risultati reali. Si aggiunga che, molte rilevazioni, in realtà, non pubblicano l’intero risultato o, peggio, vengono effettuati con domande volutamente fuorvianti e su un campione molto risicato di persone.  Non ci toccano queste rilevazioni periodiche taroccate, perché siamo consapevoli che l’unico sondaggio vero, reale e attendibile sarà il voto in cabina elettorale il 3 e 4 di ottobre.
Lo afferma Michele Conia, responsabile del movimento demA Calabria

Amalia Bruni domani a Coldiretti Calabria

In vista delle prossime elezioni regionali, Coldiretti Calabria incontrerà domani venerdì 17 settembre, alle ore 12:30, la candidata alla Presidenza della Regione Calabria per il Centrosinistra Amalia Bruni. L’incontro, al quale interverranno dirigenti e soci, coordinato dal Presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto e dal direttore Francesco Cosentini si terrà nella sede della Coldiretti Calabria a Sant’Eufemia – Lamezia Terme in Via Massimo D’Antona, 2.“Questo è il primo incontro con i candidati alla Presidenza della Regione- annuncia il presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto – nel corso dell’iniziativa – Coldiretti Calabria illustrerà ai candidati un documento con le priorità del settore agricolo ed agroalimentare.“

Amato, Psi: Ritorna il Garofano in tutta Italia, sosteniamolo

Grande soddisfazione per la massiccia partecipazione all’assemblea provinciale del P.S.I. alla presenza della senatrice Silvia Vono e della candidata alla Presidenza Amalia Bruni, per la presentazione dei candidati del collegio centro della Calabria.

Da anni il lavoro e l’impegno del partito sulle più importanti questioni aperte e non risolte, al Comune dal duo Abramo e Tallini e alla regione dal leghista di Bossi e Salvini, ha ricevuto l’apprezzamento di ta socialisti iscritti al partito, ma anche di tanti riformisti e liberal-democratici.

Purtroppo in tutto il Paese stanno prevalendo le forze nazionaliste, sovraniste e populiste, per cui occorrerinnovare il nostro impegno politico, senza intenti nostalgici, per recuperare i tanti socialisti e riformisti,  che si astengono, perché non trovano collocazione nelle attuali formazioni politiche, prive di ideali.

Il crescente attacco, su vasta scala, ai principi di solidarietà umana e di civile tolleranza, in nome di uno  straziante razzismo- malgrado l’esortazione di Papa Francesco sulla solidarietà umana e di stare accanto agli ultimi ed ai bisognosi  impone ai socialisti ed ai liberal-democratici e progressisti un maggiore impegno in difesa dei valori della libertà, della democrazia e della giustizia sociale.

Alla Regione Calabria, dopo sedici anni, ritorna sulle schede elettorali il simbolo del P.S.I., il Garofano, unico partito rimasto in campo, per oltre un secolo, in tutto il mondo, perché ha una propria storia e rappresenta ancora orgogliosamente gli ideali socialisti.

Abbiamo depositato le liste col nostro simbolo in tutte le grandi città (Roma-Milano-Bologna- Varese- Torino-Trieste- Napoli- Salerno- Latina- Battipaglia-Rimini ecc. e Cosenza col nostro candidato CARUSO).

In altri Comuni italiani ci sono candidati a Sindaco tanti socialisti sostenuti da tutto il centrosinistra. In Calabria abbiamo candidato dei giovani professionisti apprezzati in tutto il collegio, che sprigionano un grande entusiasmo per riportare il Garofano in CAonsiglio regionale:

 Giuseppe Condello-Maria Domenica Calogero-Caterina Villirillo-Antonio Rocca-Mariella Manna-Saverio Mazzei-Barbara Buoncore-Giuseppe Pipicelli.

Dobbiamo sostenerli con passione nella regione più socialista d’Italia.

Siamo ad un punto di svolta decisivo per la vita del nostro partito. Ora c’è bisogno dell’impegno di tutti i socialisti, i liberal-democratici e riformisti per poter affermare la presenza del Garofano in tutto il Paese, perché l’Italia ha bisogno di una forza di sinistra democratica.

Non abbiamo alibi, il simbolo c’è, ben visibile sulla scheda elettorale sia alle regionali sia nei grandi Comuni.Prendiamo atto dello sfacelo delle attuali forze politiche in campo, senza cultura e tradizione democratica e  del continuo ed inaccettabile trasformismo, nella convinzione che: quando viene meno l’orgoglio dell’appartenenza muore la politica.