Quantcast

Oggi a Palazzo Campanella Roberto Occhiuto illustra il programma di governo

All’ordine del giorno l’assestamento di bilancio. Domani il presidente sarà a Bruxelles per incontrare la commissaria europea per le Politiche regionali

Prima seduta operativa per il Consiglio regionale scaturito dalle elezioni del 3 e 4 ottobre scorsi. All’ordine del giorno due punti: la proposta di legge n.1 di iniziativa della Giunta regionale riguardante l’assestamento del bilancio di previsione della Regione Calabria per gli anni 2021-2023 , con la relazione affidata a Salvatore Cirillo (Coraggio Italia); e l’approvazione del Programma di governo (art. 33, comma 4 Statuto).

Prima dello svolgimento della seduta, il cui inizio è previsto per le 11,30, il presidente del Consiglio Filippo Mancuso ha convocato per le 10.30 la prima riunione della conferenza dei capigruppo cui spetta la definizione del  programma e del calendario dei lavori delle sedute consiliari. «Dinanzi alle tante sfide che la Calabria deve affrontare e vincere, a incominciare dall’utilizzazione delle risorse del Pnrr – ha commentato Mancuso – abbiamo la necessità di insediare rapidamente tutte le articolazioni istituzionali del Consiglio e farle funzionare bene ed efficacemente».

Intanto è stato completato il quadro dei presidenti dei gruppi consiliari. Presidenti dei gruppi sono: Giovanni Arruzzolo (Forza Italia), Giuseppe Neri (Fratelli d’Italia), Simona Loizzo (Lega), Giacomo Crinò (Forza Azzurri), Francesco De Nisi (Coraggio Italia), Giuseppe Graziano (Udc), Amalia Bruni (Gruppo misto), Nicola Irto (Pd), Davide Tavernese (Cinque Stelle) e Ferdinando Laghi (Polo Civico-DeMa).

La manovra di assestamento per il 2021 che sarà illustrata da Cirillo è pari a circa 20,1 milioni di euro, derivante da risparmi di spesa (circa 17 milioni) e da maggiori entrate (circa 3 milioni).

Come è scritto nella relazione tecnico finanziaria licenziata insieme al documento, “il disegno di legge poteva essere approvato dalla Giunta già ad agosto, anche nelle more della conclusione del giudizio di parificazione del rendiconto dell’esercizio precedente da parte della Corte dei conti, ma considerato, tuttavia, che l’ultima seduta del Consiglio regionale, a causa dell’indizione delle elezioni regionali, si è tenuta il 10 agosto 2021, ovvero in data antecedente all’approvazione da parte della Giunta del su citato rendiconto generale dell’anno 2020, ciò non è stato possibile.

Tenuto conto, tuttavia, che è ancora in corso l’attività istruttoria per il rilascio del giudizio di parifica da parte della Corte dei conti sul rendiconto 2020, che verrà reso in data 10 dicembre 2021, il presente documento contabile ha natura esclusivamente tecnica poiché contiene le variazioni improcrastinabili necessarie a riportare nel bilancio le risultanze del rendiconto 2020, oltre a poche ulteriori variazioni rese necessarie per rafforzare gli equilibri di bilancio in attesa di eventuali misure correttive connesse al giudizio di parifica della magistratura contabile.”.
La manovra di assestamento dell’entrata vale, per la sola annualità 2021, euro 3.012.347,17 mentre non vengono effettuate variazioni per le annualità successive. Tale maggiore disponibilità costituisce la risultanza tra le maggiori e minori entrate di seguito indicate:

Generico novembre 2021

La manovra di assestamento nella parte spesa per l’annualità 2021 è connessa a diversi aggiustamenti, sintetizzati nella seguente tabella: 

Generico novembre 2021

Dopo la discussione, Roberto Occhiuto illustrerà le linee programmatiche del suo governo, secondo quanto disposto dal quarto comma dell’articolo 33 dello Statuto regionale: “nella prima seduta successiva alla elezione del Presidente del Consiglio e dell’Ufficio di Presidenza, il Presidente della Giunta presenta il programma di governo e da comunicazione della nomina dei componenti della Giunta”. Alla definizione dell’esecutivo manca ancora un settimo componente: potrebbe essere l’occasione buona per conoscere la pedina mancante.
Da quel che si apprende, domani Occhiuto dovrebbe volare a Bruxelles per incontrare il commissario europeo per le Politiche regionali Elisa Ferreira. Al centro del colloquio la gestione da parte della Regione Calabria dei fondi europei, con particolare riferimento alle risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Occhiuto ha trattenuto le deleghe relative alla programmazione comunitaria.