Quantcast

I.C. Patari-Rodari, adottata la chiesa di Sant’ Omobono

Domani la manifestazione di chiusura del progetto

Più informazioni su

    Ed è arrivata anche la  VI Giornata Nazionale A.M.A ( Atlante Monumenti Adottati) che vedrà la presenza di circa 1.600 alunni   di 450 scuole di comuni italiani impegnati  a promuovere  arte, cultura e bellezza. Non si tratterà solo di aprire i monumenti adottati o di fare da guida ai visitatori, ma soprattutto di illustrarli, tramite i lavori realizzati dalle scuole, a tutti coloro che vorranno conoscerli.

    E saranno  proprio i ragazzi, Monuments Boys & Girls, a cui sono stati affidati i monumenti italiani, ad accompagnare i visitatori in un viaggio tutto da scoprire.

    A questo ambizioso e meraviglioso progetto hanno aderito gli  alunni della  classe III E della scuola secondaria di primo grado dell’I.C. Patari-Rodari che hanno “adottato” la chiesa di Sant’ Omobono situata in via V. de Grazia nella parte più storica della città.

    A conclusione del progetto domani, dalle ore 10 e per tutta la giornata, presso la suddetta chiesa, si terrà un evento, organizzato, voluto e preparato dai ragazzi. Gli stessi hanno organizzato una mostra con pannelli didattici multimediali  che ne spiegano la storia, l’architettura e anche la leggenda che da sempre si tramanda nella nostra cultura popolare. Le ricerche e gli studi dei nostri ragazzi si sono avvalsi di fonti autorevoli, uno tra tutti il prof. Archeologo Francesco Cuteri che in mattinata sarà presente insieme ai suoi  studenti dell’Accademia delle belle Arti. Sarà presente inoltre il direttore dell’Accademia stessa prof. Virgilio Piccari, a dimostrazione di una grandissima sensibilità artistica e umana, per  dialogare di arte, urbanistica e società medievale con i ragazzi  in una sorta di lezione a cielo aperto in cui ci sarà solo da apprendere e da emozionarsi. Chi parteciperà  avrà modo di essere guidato nella visita dai ragazzi “Patarini” che vestiranno gli abiti di vere e proprie  guide e faranno immergere il visitatore nella meraviglia di quello che probabilmente è il più antico edificio di culto della città.

    Saranno allestite  una serie di postazioni, una delle quali  multimediale, con la possibilità di provare la realtà virtuale in 3d, ammirare  foto a  360 gradi scattate dai ragazzi, sarà installata una postazione che consentirà anche ai non udenti di potere beneficiare di tanta bellezza.

    In questa stimolante cornice, sarà proiettato l’ inedito corto metraggio cinematografico “U monacheddu”, prodotto dalla scuola.

    Si ringraziano la referente del progetto docente  Emanuela Costantino e  i docenti  Antonio Saturnino e Alessandro Feudale che hanno sapientemente coordinato i lavori. Si ringraziano inoltre le prof.sse Patrizia Valentini e Annamaria Corea per i preziosi  approfondimenti storici e artistici.

    Un grazie di cuore alla dirigente Anna, Maria Rotella, da sempre impegnata  nell’opera di rinnovamento della scuola nei metodi, nei contenuti, negli ambienti di apprendimento con la volontà e la determinazione di favorire  competenze e conoscenze utilizzando metodi  innovativi, stimolanti e nuovi adeguando l’istituto alle richieste esplicite dell’Europa.

    Più informazioni su