Finale playoff da incubo, Catanzaro sconcertante. La Cisco stravince 4-0

.

Più informazioni su


    CISCO-CATANZARO 4-0
    MARCATORI: 18pt’Ciofani pt, 23’pt Ciofani, 34’pt Babù, 45’st Ciofani

    CISCO ROMA: Ambrosi; Balzamo, Dou Dou (21’st Padella), Di Fiordo, Angeletti; Barrinuevo (14’st Mazzarani), Romandini, Chiappina, Babu (14’st Caputo), Ciofani, Franchini. In panchina: Previti, Mazzarani. La Rosa, Lanteri, Di Vicino
    CATANZARO: Vono, Gimmelli, Di Maio, Ciano (al 45 Berger),Di Cuonzo, Corapi (25’st De Franco), Bruno, Benincasa, Longoni (15’st Lodi), Montella, Mosciaro In panchina: Mancinelli, Di Meglio, De Franco, Orosz, Lodi, Capicotto,
    ARBITRO: Giacomelli di Trieste. ASSISTENTI: Marengo di Mortara. Provesi di Treviglio QUARTO UOMO: Di Paolo di Avezzano
    NOTE:Spettatori 3400 circa quasi tutti tifosi del Catanzaro.Espulso Bruno

    Da incubo. Il Catanzaro viene travolto in casa della Cisco al termine di una prestazione sconcertante davanti a duemila supporter giallorossi che erano giunti nella Capitale. Che sarebbe stato un pomeriggio da dimenticare lo si capisce subito dopo il fischio di inizio. I capitolini innescano le marce alte il Catanzaro e non pervenuto. Quattro palle gol nitide per la Cisco nei primi minuti. Dopo alcuni interventi puntuali di Vono e una traversa di Doudou la squadra di casa passa al diciottesimo con una conclusione di testa di Ciofani su assist perfetto di Dou Dou. Giallorossi incapaci di costruire azioni degne di nota in questo frangente. Pochi istanti dopo su azione simile Franchini dà� un pallone d’oro allo stesso Ciofani che raddoppia. Il secondo gol non scuote il Catanzaro che non riesce ad alzare il ritmo. Poche idee e confuse. Al trentaquattresimo i giallorossi avrebbero l’occasione per riaprire la gara. Fallo di Ambrosi su Montella in area. Un minuto dopo la Cisco fa tris con Babù che si incunea in area e con la difesa assolutamente ferma. Bruno si fa espellere a causa per doppia ammonizione per altrettanti falli ingenui. I fischi che salutano la squadra all’ingresso degli spogliatoi non riescono a spronare i giallorossi che scendono in campo ancora spenti. Al sesto Franchini potrebbe andare ancora in rete ma Vono neutralizza la sua conclusione. Al decimoè Franchini a insaccare ma l’arbitro annulla per un fallo di Ciofani.A un minuto dalla fine il suo 4-0 sarà invece convalidato. La gara poi gradualmente si spegne e con essa i sogni promozione delle Aquile.

    Più informazioni su