Us, Quadri: con il Perugia una sana rivalità

"Gara difficile, sarà una delle finali. Io in panchina? Sono sereno"

Più informazioni su


    “La gara di Frosinone? Già era difficile, poi dopo l’espulsione ci ha tagliato le gambe. Forse con un po’ di attenzione in più saremmo uscito con un passivo meno mortificante ma è andata così, pensiamo al Perugia”. Parola di Alberto Quadri centrocampista del Catanzaro schierato al Matusa nel secondo tempo quando ormai ben poco si poteva fare per raddrizzare una gara ampiamente compromessa. Ora unico obiettivo e la salvezza. Cozza ieri ha parlato di 10-11 punti alla meta, Quadri fa un discorso un po’ diverso. “Non credo sia giusto fare tabelle, certo il mister ha ragione quando dice che con dieci punti in più in classifica saremo tranquilli ma l’obiettivo va raggiunto partita per partita grazie alla mentalità con cui dobbiamo scendere in campo. Da qui alla fine dovranno essere solo finali”. E sulla sfida col Perugia? “Dallo scorso anno sta crescendo una bella rivalità tra le due squadre – dice Quadri – . Non sarà una gara facile. Loro vengono da un periodo non positivo ma positivissimo ma noi dobbiamo fare assolutamente risultato e poi vogliono riscattare le ultime tre sconfitte contro di noi”. L’ultima considerazione sul suo ruolo attuale. L’anno scorso aveva le chiavi del centrocampo, quest’anno sta in panchina. “Vivo questo momento con serenità – conclude -. Ovviamente è normale che preferisca giocare ma l’importante è essere pronto quando vengo chiamato in causa”.

    Più informazioni su