Nuoto, Tricolori: Giovanni Caserta si fa valere anche con i ‘grandi’

Miglioramento di tempo e piazzamento onorevole per il sedicenne della Calabria Swim Race ai campionati italiani in vasca corta di Riccione. Uno dei giovani meglio piazzati nei 400 stile libero


Alla prima tra i ‘grandi’ Giovanni Caserta non delude le aspettative. Il nuotatore tesserato con l’Asd Calabria Swim Race, 16 anni, all’esordio in una competizione senior di livello nazionale e in..diretta tv (la gara è stata trasmessa da Raisport) ha risposto presente ai campionati italiani in vasca corta che sono in corso di svolgimento a Riccione e che vedono la partecipazione di molti big del nuoto azzurro che rifiniscono la preparazione in vista dei prossimi campionati mondiali invernali di metà dicembre in Cina.

Per Caserta essere ai blocchi di partenza delle competizioni tricolori era già un ottimo successo ma nella serie che di fatto ha aperto questa mattina dopo le 9.30 il programma di gara ha dato il meglio di sé chiudendo i suoi 400 stile libero con un 3’52”41 che, secondo quanto si legge dal profilo Facebook della società, rappresenta un miglioramento di sei secondi rispetto al suo personal best e il nuovo record regionale. Caserta è giunto sesto nella prima delle tre serie, vinta da Damiano Lestingi ex dorsista di livello internazionale convertitosi allo stile libero davanti a Matteo Lamberti figlio di Giorgio grande campione degli anni ‘80 e ‘90. Certo i tempi migliori sono arrivati dalle batterie successive, quelle che vedevano alla partenza gran parte dei migliori italiani attualmente in circolazione (assente Matteo Detti) ma la performance di Caserta basta per lanciarlo già da ora tra i migliori venti quattrocentisti italiani (esattamente diciannovesimo secondo la graduatoria guidata da Alessio Proietti dell’Aurelia Nuoto che si è laureato questa mattina campione Italiano).

Ma c’è di più. Se si limita il discorso al nutrito gruppo di Millennians che hanno preso parte alla gara della piscina romagnola solo in due ma entrambi già diciottenni (Marco Di Tullio quarto e Geremia Freri tredicesimo) hanno fatto meglio di Giovanni che, va ricordato, è un classe 2002 tra i pochissimi in tutta Italia ad avere ottenuto così giovane il tempo limite per essere a Riccione. Una grande soddisfazione per lui, per il suo coach Vanni Celano, per il suo sodalizio la Calabria Swim Race e per lo sport catanzarese.

Ro.tol.