Mercato Catanzaro Calcio. Stregati da Eklu: le aquile tentano la Spal?

Auteri vedrebbe bene il ventenne nel suo progetto pluriennale, probabile il tentativo con i ferraresi per il titolo definitivo. Mercato Catanzaro Calcio: piste in standby in attesa del presidente 


Che Shaka Mawuli Eklu goda della stima di tecnico e società oltre che dell’affetto dell’intero ambiente Catanzaro è cosa risaputa: già nelle scorse settimane il presidente Noto ne aveva lodato le caratteristiche prefigurando per lui un «certo avvenire nella massima serie» ed era stato lo stesso Auteri, anche lui ospite a CatanzaroInforma, a confermarne la crescita «in termini di forza, qualità e professionalità».

Progressi importanti quelli segnati dal ventenne ghanese in questa prima parte di stagione, così evidenti da indurre più di uno a rammaricarsi per il legame solo temporaneo tra lui e il club. «Mi dispiace che non sia un giocatore del tutto nostro – si era esposto l’allenatore di Floridia nel post Siracusa – e sarei felicissimo se lo fosse».

Da qui probabilmente l’idea di intavolare un discorso con la Spal, titolare del cartellino, per trasformare l’accordo di prestito in un passaggio definitivo. Idea stuzzicante, pista che i giallorossi avrebbero in mente di percorrere – già in questa sessione di mercato o al più tardi in estate – per assicurarsi un tassello prezioso anche in ottica futura. Ipotesi non del tutto impossibile, specie se si considera i già buoni rapporti tra i due sodalizi e il passaggio ai ferraresi – nell’ambito dell’operazione per il ghanese – del talento probabilmente più puro sfornato lo scorso anno dal vivaio catanzarese: Vincenzo Furina arrivato con l’under17 biancazzurra già a quota sei reti. Circa duecento i minuti concessi ad Eklu da Auteri da inizio campionato ad oggi con la gara di Potenza a segnare il vertice più alto e più basso della sua avventura con le aquile: bello il gol – una perla tecnica esempio della crescita – a coronamento di un buon avvio in mezzo al campo nell’esordio dal primo minuto, decisamente meno bello – specchio di una maturazione ancora da compiersi del tutto – il rosso guadagnato più tardi per l’entrata da dietro su Coppola. Margini di miglioramento ce ne stanno parecchi – secondo Auteri «il salto di qualità vero deve compierlo nella tenuta fisica complessiva» – e in via Gioacchino da Fiore è forte la speranza di poter strappare il sì della Spal e vederlo crescere al “Ceravolo”. Per il resto, mercato ancora “freddo” con le piste già tracciate – Di Piazza, Bianchimano e Maistro – e la ricerca di un mediano – per ora under – in stand by in attesa del rientro del presidente.