Quantcast

Catanzaro-Catania, Cassia: ‘Prendere la gara col giusto piglio'(VIDEO)

L'allenatore in seconda delle Aquile 'Sfida importante potrebbe non essere determinante'

Più informazioni su


«Dimenticare l’andata a Catania e pensare solo ad affermarsi sul campo perché vincere è troppo importante e potrebbe permettere di affrontare il finale in modo diverso». E’ schietta la lettura di Cassia, alla vigilia del big match tra il Catanzaro e i rossazzurri al “Ceravolo”. Con Auteri appiedato dalla squalifica tocca proprio al fedele vice del mister di Floridia affrontare i microfoni della sala stampa prima della rifinitura e fare il punto sulla condizione giallorossa a ventiquattr’ore dal big match in chiave classifica contro gli etnei.

«I ragazzi sono molto motivati – ha sottolineato l’allenatore in seconda delle aquile – sanno che domani si affronterà una delle squadre meglio attrezzate di tutto il girone e che per riuscire a competere bisognerà esprimersi al massimo. Abbiamo preparato la gara pensando a tutti i possibili schieramenti avversari – ha aggiunto – il Catania è forte e se non si prende la partita con il giusto piglio si rischia davvero di fare una brutta figura». Nessun dubbio che si tratti di una partita fondamentale: per il tecnico, però, «potrebbe anche non essere determinante» sotto il profilo del piazzamento playoff. Peccato arrivarci con una sconfitta e una brutta prestazione sul groppone ed è lo stesso tecnico a tornare sul Bisceglie.

«E’ stato un brutto capitolo – ha detto Cassia – forse una delle peggiori partite della stagione in cui ci siamo inceppati dal punto di vista dell’aggressività, dell’agonismo e della determinazione e non siamo riusciti a ribattere colpo su colpo all’avversario». Responsabilità principale al campo – «che ha impedito di esprimersi sui livelli consueti» – ma anche un po’ alla scarsa scelta per i cambi in corsa: almeno su questo fronte le cose dovrebbero cambiare contro gli etnei grazie ai recuperi di Fischnaller e Kanoute per l’attacco – «che però non hanno i novanta minuti nelle gambe» e per questo potrebbero vedersi in staffetta – e di Signorini per la difesa. «Riaverli a disposizione è tanta roba – ha detto Cassia – visto che nelle ultime gare siamo arrivati un po’ contati e senza troppe soluzioni. Speriamo di vincerla con i cambi – si è sbilanciato – I tifosi? Si stanno mobilitando e ci sarà grossa affluenza: dovrà essere uno stimolo in più per noi per caricarci e vincere».

Gianfranco Giovene

Più informazioni su