Quantcast

Catanzaro Calcio, Noto fa visita alla squadra a Giovino

Fischnaller e Kanoute si allenano normalmente con il resto del gruppo. Procede il recupero di Figliomeni


Una scossa positiva, un’iniezione di fiducia. Di questo aveva bisogno il Catanzaro per mandar giù il boccone amaro della sconfitta contro il Catania e per scuotersi in questa fase di generale appannamento sia fisico che mentale. A darla alla squadra ci ha pensato questo pomeriggio il presidente Floriano Noto, presente al campo di Giovino per l’allenamento della ripresa e a colloquio con staff e giocatori prima e durante la seduta. Gli ultimi risultati impongono ai giallorossi di voltare pagina e cambiare registro; l’autostima però deve rimanere intatta perché questo gruppo, seppur ritirando a malincuore la propria candidatura al vertice, ha comunque un grande obiettivo da raggiungere vale a dire la conquista e la difesa del miglior piazzamento playoff. Le prossime otto gare saranno fondamentali in questo senso ed è facile supporre che proprio questo sia stato il tasto toccato dal presidente nella sua visita di inizio settimana. Ripartire, insomma, facendo tesoro degli errori commessi e senza farsi prendere da quell’ansia e da quella delusione che dopo Castellammare sono sembrate zavorre sulle gambe, pesi che, se non abbandonati, rischierebbero di mandare all’aria quanto di buono fatto finora. La tappa di Rieti dovrà dunque coincidere con il ritorno alla vittoria: a questo si è lavorato già da oggi con una seduta di scarico divisa a metà tra palestra e campo per la fase atletica. Fischnaller e Kanoute hanno lavorato normalmente in gruppo – segno che le fatiche dei primi minuti dopo i lunghi stop sono state assorbite bene – in prospettiva della trasferta in terra laziale si guarda anche a Figliomeni il cui recupero procede senza intoppi ma non dovrebbe terminare in tempo per il weekend.

VERSO RIETI – Designata anche la terna che si occuperà della gara allo “Scopigno”: arbitro dell’incontro sarà il signor De Angeli di Abbiategrasso; Maninetti e Tinello faranno da assistenti. Per il fischietto lombardo si tratta del secondo incrocio stagionale con i giallorossi dopo il fortunato match di andata al “Massimino” contro il Catania terminato zero a due; meno recente e di certo anche meno felice il precedente del gennaio 2015 con le aquile sconfitte a Martina Franca per due reti a zero.

Gianfranco Giovene