Quantcast

Catanzaro Calcio, con il Catania è battaglia per il podio

Secondo posto quasi blindato dal Trapani anche se in teoria l'aritmetica regala ancora (poche) chances alle avversarie 

Più informazioni su


    Vertice del podio conquistato con merito dalla Juve Stabia: per definire chi occuperà gli altri due gradini della classifica sarà accesa battaglia nelle ultime giornate. Questo il responso del turno pre-pasquale nel girone meridionale della serie C: Trapani, Catania e Catanzaro sono tutte e tre lanciate, in un fazzoletto di soli nove punti e il loro destino si scoprirà solo nel finale. Entrambe le siciliane avranno a disposizione centottanta minuti per incrementare il bottino già in saccoccia mentre i giallorossi di Auteri potranno disporre di ulteriori novanta dovendo recuperare anche il match di ritorno contro la Viterbese. Compito un pizzico più arduo per il Catania che nel mirino, secondo matematica, ha solo la terza piazza e che domenica sarà atteso dall’insidiosa trasferta di Cava de Tirreni: affronterà i blufoncé alla loro ultima gara in casa e la voglia di non mollare la presa dal carrozzone dei playoff dei campani potrebbe complicare la vita agli uomini di Novellino, inseguiti dalle aquile a due punti di distanza e senza il vantaggio degli scontri diretti a favore; subito dopo gli etnei se la vedranno in casa contro il Rieti – e qui il compito potrebbe essere decisamente più agevole vista la salvezza ormai raggiunta dai laziali – mentre il Catanzaro, passato il recupero con la Viterbese e la trasferta di Siracusa chiuderà con il Trapani. A proposito di Trapani, già il prossimo fine settimana i granata potrebbero chiudere i conti per il secondo posto, già parzialmente blindato ieri dalla vittoria in casa del Rende: per farlo però bisognerà battere una Paganese rinvigorita dalla cura Erra e dalla fresca vittoria sulla Virtus Francavilla, decisa a giocarsi fino in fondo le proprie carte per raggiungere i playout contro il Bisceglie. Evitare lo scivolone è un obbligo per la truppa di Italiano che, solo in caso di sconfitta e di contemporanei successi giallorossi al “De Simone” e al “Ceravolo” contro la Viterbese, si troverebbe poi obbligata a giocarsi la posizione sui tre colli nell’ultima giornata. Difficile, ma comunque ancora possibile. Aquile che dal canto loro non dovranno fare calcoli ma che anzi dovranno cercare di raccogliere quanto più possibile nei tre match a disposizione e in caso battere la squadra dell’ex Corapi con più di un gol di vantaggio nell’ultimo turno. Arrivare secondi sarebbe un grande successo – consentirebbe di iniziare i playoff dal secondo turno di fase nazionale – ma anche il terzo non sarebbe da meno – si inizierebbe dal primo turno di fase nazionale e non da quella a girone. Dopo aver ricaricato le batteria nella settimana senza impegni ufficiali, la sfida può considerarsi dunque già lanciata.

    Gianfranco Giovene

    Più informazioni su