Quantcast

Catanzaro, tra attesa e possibili ritorni di fiamma

Il club punta alla riduzione della squalifica per il presidente. E intanto si rispolvera qualche idea per il mercato


Non è ancora stata fissata, ma lo sarà a breve, l’udienza d’appello per tentare di ridurre la squalifica del presidente Noto e del diesse Logiudice, sanzionati rispettivamente per tredici e sei mesi dal Giudice Sportivo dopo il burrascoso fine partita contro la Feralpi.

A questo si guarda in casa Catanzaro al momento, dopo il positivo esito dei ragionamenti sulla guida tecnica che hanno portato alla conferma di Auteri in panchina e il rinnovo della fiducia a Carmelo Moro per quanto riguarda il settore giovanile.

Attesa, non stasi. Perché comunque la fase esplorativa del mercato sembrerebbe già essere stata avviata dai giallorossi con il rispolvero di qualche vecchia suggestione entrata nel taccuino nelle scorse finestre, poi abbandonata per diverse vicissitudini. Discorso valido soprattutto per l’attacco con i profili del catanese Curiale e del trapanese Nzola sempre sotto osservazione in attesa di eventuali aperture, ma chissà anche per la difesa – e qui potrebbe tornare di moda anche il nome di Rigione – dove si punta ad innestare almeno altri due centrali. L’attaccante rossazzurro – con il compagno Marotta – sembrerebbe in bilico tra la permanenza e i saluti all’ombra dell’Etna; il futuro del coloured, invece, potrebbe essere lontano dai granata se gli stessi, per le già note complicazioni economiche, non riuscissero ad onorare l’accordo del riscatto già fissato al termine di giugno con il Carpi. Un occhio attento è stato gettato anche sul giovane Borello – l’anno scorso a Rende, di proprietà del Crotone e catanzarese di nascita – ma anche per lui è certamente ancora prematuro parlare di trattative. Di certo c’è lo zoccolo duro assemblato lo scorso anno su cui la società intende continuare a costruire per il prossimo con la stessa ambizione. E lo staff tecnico che dal ritiro in poi vedrà riattivarsi anche la casella del preparatore atletico dopo la stagione di sostanziale amministrazione unica auteriana e il chiarimento delle scorse settimane che ha portato alla conferma dello stesso mister di Floridia. Tre i nomi che si starebbero valutando al momento: oltre a Raione – che con Auteri aveva iniziato lo scorso anno per poi separarsi nella parentesi estiva di Gubbio – anche Scarfone e Mondilla.