Quantcast

Verso Reggina-Catanzaro, Martinelli:‘Serve giusto atteggiamento’ 

Il difensore a Giovino: «Sappiamo l’importanza della gara e la cattiveria non mancherà. Il pubblico? Ci dovrà caricare»  


«Il derby? Una partita che va affrontata nel migliore dei modi e con il giusto atteggiamento. Non è una gara come le altre e lo sappiamo bene». Parla l’esperienza, in casa Catanzaro, e tocca alla colonna difensiva Martinelli dare il polso della situazione nello spogliatoio giallorosso a pochi giorni dalla trasferta in riva allo Stretto e dal big match contro la Reggina. «E’ il primo derby per me – ha detto l’ex Foggia, che di partite di tal fatta ne ha comunque giocate tante in carriera – sono sfide in cui è bello scendere in campo e farlo in piazze così è uno stimolo in più. Non sarà un crocevia ma ci può dare certo una grossa iniezione di fiducia per il prosieguo – ha aggiunto – La cornice di pubblico sarà importante e questo dovrà caricarci». Contro gli amaranto obbligatorio voltare pagina dopo le sconfitte esterne di Viterbo e Caserta:

«A prescindere dall’avversario ci metteremo la giusta cattiveria – ha affermato il centrale – Siamo consci della nostra forza e stiamo lavorando bene per studiare le loro caratteristiche». Corazza il pericolo numero uno – «sta facendo davvero bene» ha ammesso Martinelli – dietro di lui anche Reginaldo, che pare rigenerato; da par suo però il Catanzaro può contare su un tridente altrettanto di qualità, secondo il trentenne «forse anche un po’ più imprevedibile rispetto a quello amaranto». Senza dimenticare la difesa, reparto che al “Granillo” sarà chiamato a mostrare i muscoli.

E proprio Martinelli ne sarà ancora una volta parte. Centro sinistra, centro destra oppure in mezzo? «Non è un problema – ha detto – per caratteristiche forse mi esprimo meglio su uno dei due lati ma anche al centro non dispiace». Sceglierà Auteri, da qui a sabato mattina: il tempo delle prove generali si avvicina sempre di più.