Quantcast

Catanzaro calcio, domani si gioca. Auteri non vuole “farsi ingannare dalla classifica”

Auteri: «non sarà affatto una gara semplice per il Catanzaro, anzi sarà ricca di insidie»

Vietato farsi ingannare dalla classifica: al di là del divario – consistente tra giallorossi ed amarantocelesti – quella di domani a Rieti «non sarà affatto una gara semplice per il Catanzaro, anzi sarà ricca di insidie».

public/img/varie/auteri201997164100400_1.jpg

E’ questo l’avvertimento di Auteri alla vigilia del match dello “Scopigno”, sfida che potrebbe rappresentare un trampolino di lancio importante per le aquile, per questo obbligate a mantenere alta la guardia e a sfoderare «lo stesso sacrificio e la stessa fortissima voglia di vincere delle ultime partite».

«Il Rieti è una compagine in salute e viva – ha analizzato l’allenatore prima della partenza – Dovremo darci dentro forte e continuare a spingere sull’acceleratore per trovare una prestazione ancora migliore di quelle che ci siamo lasciati alle spalle. Loro saranno combattivi – ha aggiunto – toccherà a noi rispondere con le stesse armi». E con l’entusiasmo che di questi tempi pare proprio non mancare in casa giallorossa.

«Stiamo bene – ha detto Auteri facendo un po’ la conta – anche dal punto di vista fisico: chi era indietro sta recuperando, chi è arrivato da poco ha lavorato bene». Riflettori accesi su Statella che il mister ha visto «cresciuto e migliorato negli ultimi giorni», su Kanoute «in netta ripresa» e Celiento «non al massimo e da valutare»: «L’organico ci offre tante possibilità di scelta – ha commentato il coach – e ci sarà bisogno di tutti da qui alla fine». Messaggio valido in generale, un po’ di più forse per Di Livio e Giannone, tra i più penalizzati sul piano dell’impiego. Lievitata oltre quota cento, intanto, la prevendita dei tagliandi per la trasferta.