La Fidasc ha organizzato il primo Open day del Tiro in Calabria foto

I visitatori hanno potuto di sequenza praticare le diverse discipline come tiro a palla con fucili ad anima liscia sia su sagoma fissa che mobile

Avvicinare i ragazzi al mondo dello sport e alle differenti discipline sportive della FIDASC. Questo l’obiettivo dell’Open Day del Tiro, una giornata organizzata dal Comitato Provinciale FIDASC di Catanzaro capitanata dal Presidente Cesare Caroleo e dal Vice Presidente Raffaele Fontanella  con il Patrocinio gratuito del Consiglio Regionale Fidasc Calabria .

Sabato 8 febbraio 2020, dalle ore 10,00 alle ore 17,30 nel poligono Mimmo Voci dell’asd Fidasc Tiratori Catanzaresi  gentilmente concesso a titolo gratuito dal Presidente Salvo Ferragina, si sono ritrovati in 45 tra giovani e meno giovani tra cui la presenza di 8 lady, entusiaste di provare le varie discipline disponibili sul campo .  Dimostrazioni aperte a tutti i partecipanti .

La società Ospitante ha messo a disposizione i suoi tecnici Federali Viscomi Antonio e Giuseppe Scialpi oltre a Raffele Fontanella e Alessandro Nisticò inoltre molto gradita la presenza dei due campioni Italiani Mirella Nisticò e Francesco Curcuruto .

I visitatori hanno potuto di sequenza praticare le diverse discipline come tiro a palla con fucili ad anima liscia sia su sagoma fissa che mobile; Tiro al Piattello con macchinetta multidirezionale diavola rossa per assaporare la difficoltà del tiro English Sporting; Tiro ad aria compressa su sagome metalliche per il Field Target ; Tiro di Campagna a 100 mt simulando le quattro posizioni di tiro . E non per ultimo  ma primo  per vitale importanza i tecnici hanno impartito una lezione di tiro e sicurezza sulle armi suscitando molto interesse tra i pervenuti .

“Crediamo che l’Open Day del Tiro organizzato nella giornata odierna – afferma Francesco Citriniti Presidente Regionale Fidasc Calabria  – sia davvero una lodevole iniziativa per due ragioni. Innanzitutto perché si tratta di una occasione concreta di far conoscere ai ragazzi gli sport e le realtà che si trovano sul territorio. In secondo luogo per la forte collaborazione e la stretta sinergia che le associazioni sportive stanno mettendo in atto per il bene dei ragazzi. I vantaggi di praticare uno sport sono di varia natura e tutti ben riconoscibili, ma sapere anche di avere sul territorio società che mettono da parte inutili competizioni in favore della collettività rende tutto ancora più pregevole“.

L’open day sarà un appuntamento annuale che mi auguro si possa estendere in tutto il territorio Calabrese e Nazionale  .