Catanzaro Calcio, Atanasov si presenta: “Contento di far parte di una famiglia blasonata”

Il feeling con i colleghi sembra già ottimo - «Posso contare su ognuno di loro - ha detto - mi hanno dato una mano quando serviva e il livello tecnico è molto alto»

Sempre titolare dal momento dello sbarco ad oggi, un avvio importante come importante era la voglia del diesse Logiudice di fargli vestire – prima o poi – il giallorosso: ha sorpreso tutti in positivo, Živko Atanasov, partendo in sordina per poi imporsi anche tra le mille stelle del mercato invernale del Catanzaro. Forza fisica nei contrasti, abilità e concretezza nell’impostazione bassa, ed un discreto agio anche con la lingua italiana: davvero un ottimo innesto, quello del bulgaro alla corte di Auteri, che ha migliorato – le statistiche lo confermano – il rendimento del reparto arretrato.

atanasov

«FINALMENTE IN FAMIGLIA» – «Sono contento di essere qui e di far parte di una famiglia blasonata come quella giallorossa – ha detto il difensore, per la prima volta ai microfoni – Qui si lavora con serenità, ci sono giocatori forti per questa categoria, e c’è davvero tutto per far bene». Il feeling con i colleghi sembra già ottimo – «Posso contare su ognuno di loro – ha detto – mi hanno dato una mano quando serviva e il livello tecnico è molto alto» – e a dover scegliere, la mattonella di centrale puro sembrerebbe quella preferita: «A Viterbo ho giocato sia a quattro che a tre, sia a destra che al centro – ha aggiunto – quest’ultima è la posizione in cui forse mi trovo meglio e spero di continuare a fare bene ciò che il mister mi chiede». Anche con l’allenatore il rapporto sembra già solido: lo dimostra la filosofia comune e il simile modo di intendere e leggere questo frangente positivo.

«IL LAVORO PRIMA DI TUTTO» -«Non guardo la classifica – ha ammesso Atanasov – penso solo alla settimana per lavorare e alla domenica per vincere. Aspettavo un filotto così – ha aggiunto – sul mercato il club si era mosso in maniera decisa e negli allenamenti, anche prima delle ultime vittorie, l’asticella era sempre molto alta». Speranza ovvia, del bulgaro come un po’ di tutto l’ambiente, di continuare così anche con la Casertana domenica, in una sfida che potrebbe allungare ulteriormente la striscia positiva e fare guadagnare ulteriore terreno in graduatoria alle aquile.

La prevendita per il match prosegue e cresce l’entusiasmo attorno agli uomini di Auteri.