La Calabria Swim Race è Campione d’Italia Esordienti di nuoto per salvamento

Tre ori e sei argenti conquistati, hanno reso possibile la conquista per la prima volta nella storia calabrese del gradino più alto

Un risultato storico per la Citta di Catanzaro e la Calabria intera giunge da Riccione: lo stadio del Nuoto proclama la Calabria Swim Race del duo Gallo-Mirarchi, Campione d’Italia Esordienti di nuoto per salvamento.

Ben 47 società provenienti da tutta Italia, che avevano conquistato il pass regionale, hanno interpretato al meglio la finale. Un confronto avvincente tra le sfidanti, ha reso le tre giornate allo stadio del nuoto belle ed entusiasmante come non mai. Il finale tanto inaspettato quanto fantastico, con la società calabrese davanti a tutti. Questa la classifica del podio nazionale: Calabria Swim Race (371.50 punti) seconda In Sport Rane Rosse (305.75) e terza Nuoto  (169.00)

Tre ori e sei argenti conquistati, hanno reso possibile la conquista per la prima volta nella storia calabrese del gradino più alto. Una formazione, quella catanzarese che ha espresso un nuoto tecnico e brillante. Alle prestazioni superlative di Cristian Caruso, Mauro Cecilia autentici “top player”, hanno entusiasmato i risultati ottenuti da Marta Rotundo, Paolo Pisano,Lorenzo Caccamo, Esther Poerio, Teresa Chiarella, Marta Campisi, Dylan Tolomeo, Chiara Prunestì, Pietro  Barbieri Giornate super per il resto del gruppo composto da Carlo Pinto, Lorenzo Leone, Martina Merola, Giorgia Russo, Morena Circosta ed Annagrazia Costantino. Tutti hanno contribuito alla conquista di questo titolo italiano, grazie alle indicazioni meticolose di uno staff tecnico composto da allenatori di alto profilo: Pietro Cefalì, Germana Critelli, Vanni Celano e Maria Lo Forte.

Il presidente Domenico Gallo: «Una pagina indimenticabile nella storia della nostra società e del nuoto catanzarese. Un risultato unico che conferma come anche a Catanzaro si può svolgere un’attività sportiva raggiugendo risultati eccellenti nel panorama italiano. Una vittoria che mette in evidenza il lavoro attento e professionale di tutto lo staff tecnico, sportivo ed amministrativo che quotidianamente viene svolto nelle piscine “Vinicio Caliò” di Pontepiccolo ed in quella di Giovino.  I ragazzi sono stati fantastici ed hanno dimostrato di possedere qualità superiori rispetto ad altre entità di spessore nazionale e dalle potenzialità nettamente superiori alle nostre. Mi riferisco, alla In Sport Rane Rosse seconda classificata. La compagine del Nord-Italia gestisce ben 17 impianti nelle Regioni Veneto, Piemonte e Lombardia. Un progetto agonistico che coinvolge un territorio ampio ed un numero di frequentatori ed agonisti completamente diverso. Un’idea progettuale a mio avviso vincente e condivisibile perché lo sport deve unire e non dividere come accaduto purtroppo, non certamente per mie responsabilità, in questi anni a Catanzaro.”

“Da queste considerazioni– ha concluso Gallo – si può valutare e dare una dimensione qualitativa ed oggettiva al risultato straordinario ottenuto ed il valore dei nostri ragazzi, degli allenatori, dello staff amministrativo, degli istruttori della scuola nuoto, dei coordinatori di vasca e di tutti quelli che collaborano ed hanno consentito oggi alla Calabria Swim Race di diventare Campione d’Italia”