Aquile, derby rospo da ingoiare. Ci si mette pure il giudice sportivo

De Risio appiedato e 5mila euro di multa per peterdi e presunti ululati razzisti. Intanto ci si prepara per Potenza-Catanzaro

Sgambetto ai primi della classe era il programma, scivolone ai propri danni il risultato finale. Non è certo allegro il day-after del derby per il Catanzaro costretto ad ingoiare un altro rospo nei confronti diretti con la Reggina e a guardare complicarsi una classifica che solo qualche settimana fa era tornata a colorarsi con le tinte della serenità.

Rivincita mancata a parte, le due sconfitte negli ultimi due turni hanno rimesso un po’ tutti i piani in discussione per gli uomini di Auteri obbligandoli a deporre – forse definitivamente – i sogni di massima scalata per un più concreto mantenimento della sesta posizione.

Chi era davanti, infatti, ha allungato – la Ternana di due, il Potenza addirittura di sei – chi era dietro ha avuto modo di accorciare e farsi sotto davvero – il Catania rosicchiando quattro punti, il Teramo tre. Molto più vicine le inseguitrici dalle battistrada, insomma, e nei prossimi due turni ci saranno proprio Potenza e Bari a contendere lo scalpo. Logica impone di tenere botta, difendere il proprio bastione ed uscire indenni dal momento clou: le altre carte si giocheranno ai playoff.

STRASCICHI – Un’ulteriore mazzata il Catanzaro se l’è beccata questo pomeriggio dal giudice sportivo che ha comminato cinquemila euro di multa al club per le intemperanze dei suoi tifosi. Nello specifico il sodalizio giallorosso è stato sanzionato per l’esplosione di tre petardi e  per presunti ululati di discriminazione razziale nei confronti di un calciatore avversario. Multa anche alla Reggina per i cori offensivi dei suoi supporters; una giornata di squalifica, invece, a De Risio che salterà il prossimo match di Potenza.

VERSO POTENZA – Gara del “Viviani” di domenica per la quale i giallorossi hanno già iniziato a lavorare questo pomeriggio a Giovino e che sarà diretta dal signor Zufferli di Udine, in passato più volte sulla strada delle aquile e suo malgrado protagonista della sconfitta per 0-3 contro la Juve Stabia nell’ottobre 2018. Nel suo curriculum anche il pareggio (1-1) contro la Virtus Francavilla nel marzo dello stesso anno e la vittoria (1-0) del dicembre 2017 contro il Fondi. Fontemurato e Salama saranno gli assistenti.