Quantcast

Us Catanzaro, perdere è un lusso che non ci si può più permettere

Contro un Potenza affamato ci vogliono carattere e determinazione

Ripartire dall’atteggiamento mostrato contro la Reggina ma alzare ancora il livello d’attenzione nella prestazione perché non ci si può «permettere il lusso di perdere ancora» e, visto il momento, diventa fondamentale «salvaguardare e preservare la posizione». Questo il messaggio che Auteri ha inteso lanciare ai suoi alla vigilia dell’arduo test di domani contro il Potenza, match fondamentale in chiave playoff dal quale il Catanzaro dovrà tornare a trarre punti e conferme per spezzare il periodo decisamente no.

Gaetano Auteri Catanzaro Calcio

NIENTE PRESUNZIONE

«Le sconfitte pesano sempre – ha detto il coach delle aquile prima della partenza per la Lucania – In questi giorni ci siamo confrontati nello spogliatoio e sappiamo che l’unica via per uscirne è replicare il livello di intensità e partecipazione dimostrato nel derby, diverso da quello di Francavilla e più simile ai precedenti contro Sicula e Viterbese. Senza di ciò si rischia di sconfinare nella presunzione – ha aggiunto netto – non dobbiamo guardare ad obiettivi troppo distanti nel tempo e perdere per questo di vista i traguardi a medio termine». Una piccola ma decisa tirata d’orecchi a chi va in campo, insomma, volta a scongiurare ulteriori «rischi incosci» ed altri inciampi pericolosi nel cammino.

POTENZA AFFAMATO

Di fatto la possibilità di errore domani sarà ridotta a zero dopo i due tonfi clamorosi contro Virtus Francavilla e Reggina. Ma non sarà certo semplice avere la meglio su un avversario come il Potenza: «tosto, ostico, affamato e che ha dimostrato grande valore». «I rossoblù si sono rafforzati a gennaio – ha sottolineato Auteri – sono una squadra solida e capace anche di mutare volto a gara in corso. Lo stesso dovremo fare noi: abbiamo lavorato su tante soluzioni ed occorrerà essere chiari, lucidi e razionali nel filo da seguire. Il rispetto tra noi è reciproco, ce la giocheremo sul campo». Per i giallorossi sarà anche l’occasione per cercare di invertire l’amaro trend che li vede quasi sempre sconfitti nei confronti contro le compagini davanti (unica eccezione il Monopoli all’andata), una statistica che Auteri ha cercato di spiegare così: «Le altre hanno avuto un percorso più continuo rispetto a noi e le sconfitte sono una logica conseguenza. Siamo in grado di invertire il ruolino – ha incalzato – e rispetto ai novanta minuti dell’andata, in cui si sono commessi tanti errori, sarà tutt’altra gara».

UNA SQUADRA E’ UN GRUPPO

Come la si affronterà, in termini di uomini e di schieramento, è ancora tutto da decidere vista anche l’emergenza nei reparti. «Occorrerà il contributo da parte di tutti e non ci saranno mai delle scelte definitive» è il pensiero dell’allenatore che per il “Viviani” dovrà rinunciare a Tulli, Di Livio, Pinna, Quaranta e De Risio. «Bianchimano ha fatto una buona gara contro la Reggina ma può fare di più attraverso il lavoro: con Di Piazza può coesistere a patto che la squadra li supporti bene. Nessuno può caricarsi sulle spalle tutto e tutti – ha aggiunto poi facendo esplicito riferimento alla punta di Partinico – una squadra è composta da un insieme, Di Piazza fa parte di un contesto e pur non essendo ancora al top è fortemente mentalizzato ed ha qualità». In mediana resiste ancora il ballottaggio tra Urso e Iuliano