Catanzaro: testa a Potenza ed occhi sull’attacco

A Giovino si lavora di tattica. Bianchimano recuperato. Pronto il ricorso per Casoli

Più informazioni su

    Un ripasso dei concetti di tattica sotto il solleone, quest’oggi, per il Catanzaro: a Giovino, dove la truppa di Auteri si è ritrovata a ranghi completi dopo il superamento del turno playoff ai danni del Teramo, l’attività è ripresa subito a ritmi serrati ed in testa c’è già il prossimo appuntamento di domenica a Potenza (ore 20.45, diretta RaiSport). Al “Viviani”, tra tre giorni, non si potrà essere timidi: bisognerà aggredire fin da subito per vincere ed affondare con lucidità e precisione quando se ne avrà la possibilità.

    OCCHI SULL’ATTACCO – Normale, dunque, che l’attenzione in questi giorni di vigilia sia focalizzata soprattutto sui meccanismi offensivi e sugli interpreti d’attacco. In miglioramento le condizioni di Bianchimano che dopo il “percorso frastagliato di recupero” – così lo ha definito Auteri subito dopo la gara contro i biancorossi – dovrebbe tornare a disposizione e partire dalla panchina. Così come quelle di Tulli, sceso in campo per uno spezzone contro gli abruzzesi ma non al meglio, ora con un pizzico più di benzina nelle gambe. Non preoccupa invece Di Piazza, gestito in questo frangente dopo l’uscita anticipata dal campo di martedì: a lui, a Carlini e probabilmente ancora a Kanoute ci si affiderà dal primo minuto per scardinare i rossoblù. Prima dell’allenamento, ennesimo nuovo giro di controlli sierologici.

    SPERANZE E FISCHIETTI – La speranza giallorossa per la trasferta lucana è anche quella di riavere Casoli, squalificato dal giudice sportivo per due turni a seguito di “frasi blasfeme proferite al rientro negli spogliatoi”: il ricorso da parte del club è già stato presentato e verrà discusso a stretto giro. Definita oggi anche la terna arbitrale che si occuperà della gara: dirigerà il signor Santoro di Messina – che già aveva arbitrato la gara di andata finita 0-2 per gli uomini di Raffaele – Vitali, Cortese e Cascone saranno gli assistenti.

    Più informazioni su