Quantcast

Catanzaro Calcio, anche il prossimo anno girone “tosto”. Dg, ipotesi Beccaria

Nella prossima settimana la conferenza stampa di Noto per i nomi di Ds e Dg

Pochi dubbi: con anche il Bari nel girone – oltre alle habitué Ternana ed Avellino, al neo promosso Palermo e chissà chi tra le retrocesse dalla B (magari altre corazzate come Juve Stabia, Trapani o Cosenza) – sarà battaglia aspra pure l’anno prossimo per la promozione.

E il Catanzaro dovrà farsi trovare adeguatamente pronto per evitare di ripetere la deludente stagione appena alle spalle ed aggiungere un ulteriore mattoncino alla già svettante torre dei rimpianti. Qualcosa l’ultimo torneo dovrà pure averlo insegnato ai giallorossi. Come la gestione del tempo e delle scelte, fattori determinante per posizionarsi subito bene in griglia. Di tempo, dall’ultimo pallone calciato a Potenza, ne è passato abbastanza; ancora però ne dovrà passare prima che il presidente Noto chiarisca “urbi et orbi” gli obiettivi per la prossima stagione.

Con essi anche gli uomini nuovi che verranno messi al timone, le scelte per diggì, diesse ed allenatore che tracceranno la rotta. Tutta qui l’attenzione in questi giorni, tra ragionamenti su profili già individuati per l’area tecnica – Rubino, Pagni e Andrissi – e più di un “contatto a senso invertito”. Per il ruolo di direttore generale ci sarebbe anche un’ipotesi Beccaria: ex Vibonese, di recente uscito dalla compagine del presidente Caffo