Money Gate, disposto lo stralcio per Cosentino

Depositato ieri il certificato di morte per la posizione dell'ex presidente giallorosso. Per tutti gli altri il procedimento continuerà il 28 ottobre

Nuova tappa nel processo Money Gate che ha visto interessati il Catanzaro, i suoi passati vertici e diversi ex tesserati giallorossi. Nell’udienza di ieri, in cui si è discusso della presunta combine tra Catanzaro ed Avellino del maggio 2013, il collegio difensivo di Giuseppe Cosentino – rappresentato dai legali Rondinelli ed Infantino – ha depositato il certificato di morte per la posizione dell’ex presidente. Disposto lo stralcio con estinzione per la sua posizione da parte deel giudice Rinaldi. Per tutti gli altri tesserati – tra cui anche Russotto, Ortoli e l’ex presidente degli irpini Taccone – il procedimento continuerà il 28 ottobre prossimo. In questa occasione verrà sciolto anche il nodo relativo all’utilizzo delle intercettazioni telefoniche, ieri definite inutilizzabili dall’avvocato Rondinelli che ne ha sollevato eccezione.