Quantcast

Catanzaro, Cerri apre le danze: domani il diggì, nel weekend il mister

La giornata del diesse in via Gioacchino da Fiore. Roselli per la panchina? Atteso a breve anche l’annuncio del diggì

Tenuta casual per il gran caldo ed un pizzico di emozione evidente. Così è apparso questo pomeriggio il neo diesse giallorosso Massimo Cerri in via Gioacchino da Fiore. Nel primo pomeriggio l’arrivo negli uffici della Holding Noto: alle 17.30 la firma sul contratto che lo ha legato alle aquile per due anni, poi un rapido giro esplorativo in sede. A scortarlo un disteso Floriano Noto, in compagnia del fratello Derio.

CAPITOLO ALLENATORE – Definita la casella della direzione sportiva – nei prossimi giorni la presentazione ufficiale – resta vacante ancora quella dell’allenatore che però a breve dovrebbe essere parimenti riempita. L’ufficializzazione odierna cambia di netto le carte in tavola per la corsa alla panchina allargando il ventaglio dei nomi e variando quotazioni. Alte al momento quelle dell’ex Cosenza Roselli con cui il neo diesse ha in passato condiviso due esperienze. La prima da vice allenatore all’alba degli anni duemila, la seconda invece nelle vesti di responsabile dell’area tecnica nella città dei Bruzi – dopo l’addio di Meluso – dove ha di fatto conquistato il patentino. Roselli in pole, subito dietro Raffaele – il cui profilo intriga in società per la bella stagione di Potenza – ma anche D’Agostino, con Cerri ad Alessandria. Staccato ma non del tutto e non fuori dai giochi anche Scienza, protagonista insieme al direttore investito oggi da Noto dell’entusiasmante cavalcata di Monopoli. Chiusura prevista per il prossimo weekend.

ANCHE UN DIGGI’ – Già domani invece si potrebbe definire l’accordo con il nuovo direttore generale, altra casella da riempire per completare l’organigramma.