Successo per il primo torneo di tennis dedicato al compianto Maurizio Ferrara

Una serata ricca di emozione con diversi interventi in ricordo del caro e stimato Maurizio

Più informazioni su

Nell’accogliente villaggio turistico di Costaraba nel Comune di Montauro, dinanzi a una folta cornice di pubblico che non si vedeva ormai da anni, si è concluso domenica 9 agosto il I° Memorial di tennis dedicato al compianto Maurizio Ferrara, Segretario generale della Camera di Commercio di Catanzaro, scomparso improvvisamente il 23 dicembre dello scorso anno.

L’evento sportivo, voluto dalla moglie signora Anna e dai figli Alessandro e Valeria, ha visto la partecipazione di tanti amici e appassionati e si
è sviluppato su due tabelloni differenti.

Ad aggiudicarsi il tabellone classico è stata la coppia formata da Clemente Giglio e Francesco Veraldi, vincente in una finale tiratissima con
Giacomo Dominijanni e Sergio Ippolito.Il tabellone con la formula “next generation” ha visto uscire vincitrice la coppia formata da Cino Bonacci e Alessandro Ferrara che in finale hanno avuto la meglio suoi tennisti del futuro Roberto Ferrara e Giuseppe Dolce.

La cerimonia di premiazione, coordinata brillantemente da Massimo Brescia, ha visto la consegna di targhe ricordo al veterano del torneo Ernesto Ferrara, premiato come giocatore esemplare, al Direttore del Torneo Roberto Galera e al Giudice Arbitro Quadri Regionali Ennio Saija, ai fratelli Emiliano ed Alessandro Scozia con il premio fair play ed infine
nuovamente la coppia Giglio/Veraldi ha ricevuto due quadri dell’artista catanzarese Mimmo Chirillo.

L’atto finale è stata la consegna al Sindaco di Montepaone, Mario Migliarese, di un defibrillatore, donato dalla famiglia Ferrara con il ricavato del torneo e con gli sponsor dell’iniziativa, che verrà installato nella piazza centrale di Montepaone lido.

Una serata ricca di emozione con diversi interventi in ricordo del caro e stimato Maurizio, nella quale si è avuta una perfetta simbiosi tra il risultato commemorativo e quello benefico, a riprova che l’iniziativa ha buttato le basi per essere ripetuta anche il prossimo anno, grazie all’impegno dell’impareggiabile Alessandro Ferrara, coadiuvato dalla sorella Valeria e dall’adorata mamma Anna.

Più informazioni su