Quantcast

Catanzaro, via alla rete scouting. E domani inizia il raduno con un occhio al mercato

Inserito un altro tassello in organigramma: Monchi nuovo osservatore. Continuano i sondaggi per la nuova rosa

Vuole essere una rivoluzione a trecentosessanta gradi la riorganizzazione varata dal Catanzaro nelle ultime settimane. Per questo ai già profondi cambiamenti portati a termine tra scrivania e panchina si è andato ad aggiungere nelle ultime ore un tassello ulteriore mirato a rafforzare la già solida struttura del settore giovanile.

Un responsabile scouting

Un responsabile scouting con delega per la regione Lazio, figura da intendersi di raccordo a quelle già esistenti del Responsabile dell’area tecnica per il vivaio Carmelo Moro e del capo osservatori Gianluca Caracciolo, incaricato di portare nuova linfa, dal centro Italia, alle selezioni minori giallorosse. Emanuele Monchi è il profilo scelto: nome probabilmente avanzato dal diggì Foresti – con cui ha collaborato nella precedente esperienza di Viterbo – avallato dal presidente Noto ed ufficializzato con una breve nota dal club. Probabile che nelle prossime settimane si lavori per la costruzione di una rete più organica a coinvolgere altre regioni.

Settore giovanile  verrà gratificato anche dalla convocazione al raduno di tre elementi

Settore giovanile che come detto lunedì verrà gratificato anche dalla convocazione al raduno di tre elementi – Furina, Brugnano e Cristiano – in attesa che le schiere dei reduci in prima squadra vengano rimpolpate da nuove forze dal mercato. Il primo dovrebbe essere Albertini, poi si proverà a sciogliere il nodo porta – Valentini, Branduani o Tomei – e si cercherà di venire a capo dei tanti sondaggi fatti per la difesa – Terigi, Silvestri, Sini. Con un occhio sempre alle uscite: capitolo principale che resterà tale anche per i primi giorni di ritiro a Moccone.