Catanzaro Calcio: punta cercasi. Ufficiale Salines, fuori Nicoletti e Di Livio

Cerri sull'affare Claiton: «Niente smacco, semplice scaramuccia. Pesenti? Forse più un Perez». Biennale per l'ex Foggia

L’identikit è chiaro: una punta strutturata fisicamente che possa fare da cuspide davanti. E le selezioni sarebbero già belle che aperte per il Catanzaro con «cinque o sei nomi al vaglio» – Cerri dixit – per accontentare il tecnico Calabro. Questo il tasto più battuto al momento sul mercato dai giallorossi. Se ne è parlato anche in una riunione tra presidente, diesse, diggì ed allenatore e dal confronto ne sarebbe uscito un chiaro indirizzo di strategia. «Pesenti è uno dei nomi al vaglio – ha ammesso Cerri, nel corso della presentazione di Verna – ma forse non il principale obiettivo».

Più di lui, certamente, Perez della Virtus Francavilla, per caratteristiche perno avanzato ideale del 3-5-2 immaginato da Calabro. Riguardo la spalla per ora c’è abbondanza: «Il mister sta valutando Di Piazza in altra posizione ed anche Carlini più avanzato rispetto al ruolo di mezzala. C’è anche Kanoute – ha sottolineato Cerri, facendo intendere che il franco senegalese potrebbe anche non partire – ed abbiamo tempo necessario per trovare la pedina giusta a completamento».

Respinta l’idea di uno smacco subito nell’affare Claiton – una «scaramuccia di mercato» l’ha definita il diesse – ma il nuovo sorpasso del Catania implicherà una ricerca ulteriore per la difesa. Nulla di impellente, sia chiaro: il nome dello svincolato Leonardo Terigi – seguito anche da Carpi, Ravenna e Foggia – potrebbe tornare di moda. Intanto si ufficializza Salines, già da giorni in città e a disposizione di Calabro: per lui contratto biennale. In via di definizione ci sono le uscite di Nicoletti – per il titolo definitivo a Monopoli manca solo la firma – e Di Livio – a Potenza.