Catanzaro, sprint per Garufo. Nel mirino anche Baldassin

La vittoria contro la Virtus rimodella il calendario. Urge completare la rosa e rinfoltire i ranghi

Più informazioni su

    L’agenda va infittendosi, il gong finale del mercato avvicinandosi. Per questo il Catanzaro ha iniziato la nuova settimana spingendo subito forte sull’acceleratore. Lavori di campo subito ripresi per la squadra dopo la conquista del passaggio del turno in Coppa Italia ed immediata, nuova, full immersion nelle trattative di mercato per i vertici. La positiva prova di ieri contro la Virtus Francavilla ha garantito alle aquile almeno un altro giro di giostra nella competizione iridata maggiore e l’appuntamento di mercoledì 30, a Verona contro il Chievo, sarà ostacolo ulteriore tra le prime due giornate di campionato contro Potenza e Trapani. Un avvio a mille, se si dovesse partire puntuali e senza scioperi, che qualche grattacapo potrebbe arrecarlo a Calabro, costretto a rimodulare l’agenda degli allenamenti con ben tre rifiniture nell’arco di una sola settimana. Urge completare la rosa, rinfoltire i ranghi, come sottolineato anche dalle ristrettezze di ieri in panchina. In questo senso, la dirigenza è già a lavoro per chiudere le operazioni già tracciate ed avviarne di nuove – anche interessanti last minute – per sopperire a qualche inaspettato forfait.

    MERCATO – E’ il caso di Izzillo, dato ragionevolmente per fatto dopo lo sbarco a Giovino dei giorni scorsi. Nulla da fare, invece: il centrocampista non ha convinto e l’operazione per il suo passaggio in prestito dal Pisa può considerarsi definitivamente naufragata. L’alternativa già individuata porta il nome di Luca Baldassin della FeralpiSalò, elemento ciclicamente accostato alle aquile nelle ultime sessioni che potrebbe ora davvero vestire il giallorosso. Molto vicino a farlo è il classe ’87 della Reggina Desiderio Garufo individuato da Cerri e Foresti come valida pedina per la corsia di destra in mediana. Parti vicine, domani potrebbe anche arrivare la chiusura ed il passaggio a titolo definitivo. Riflettori che restano sempre accesi anche sulla coppia virtussina Perez e Caporale – nonostante le schermaglie a distanza tra i due club che hanno agitato il pre ed il post della sfida di coppa – e sarebbero stati iscritti a taccuino anche i nomi dell’esperto Fabio Mazzero – un pourparler, per ora – e dell’ex Triestina Alessandro Malomo.

    Più informazioni su