Quantcast

Catanzaro, faccia nuova al “Bentegodi”

In campo domani anche gli ultimi arrivati Garufo e Curiale. In difesa torna Martinelli dal primo minuto. Restano a casa gli infortunati Urso e Di Piazza

Di nuovo a Verona, quindici anni dopo. L’ultima volta fu l’Hellas ad ospitare il Catanzaro nella città dell’Arena, questa volta sarà il Chievo di Aglietti a farlo, contendendo ai giallorossi il passaggio al terzo turno di Coppa Italia maggiore. Una prova di prestigio per le aquile che sul palcoscenico del “Bentegodi” – calcio d’inizio domani ore 18, diretta RaiSport – proveranno a riscattare la fresca sconfitta di Potenza e si presenteranno con un volto nuovo, ritoccato dal mercato.

QUI GIALLOROSSI – Aggregati a poche ore dalla partenza, Garufo e Curiale partiranno titolari al “Bentegodi”. Un po’ per la voglia di vederli subito all’opera e tastarne la condizione, un po’ a causa dell’emergenza ancora viva in più reparti. A centrocampo mancheranno Contessa e Urso – per quest’ultimo si prevede uno stop di almeno quindici giorni – ed è rimasto a casa anche Di Piazza, alle prese con lo stiramento rimediato nella gara di Potenza. Dal primo minuto tornerà anche Martinelli al centro della difesa – ai lati Fazio e Pinna – mentre sulle corsie esterne di mediana agiranno Garufo e Casoli. A cercare di innescare Carlini e l’ex Catania davanti saranno Corapi, Verna e Risolo.

QUI GIALLOBLU – Concentrazione ma anche concretezza nelle fila clivensi con la voglia di tentare il passaggio del turno senza mettere in discussione la priorità del campionato. «Giochiamo domani e poi subito sabato contro la Salernitana – ha detto Aglietti alla vigilia – quindi ci sarà anche poco tempo per recuperare». Testa al Catanzaro, dunque, ma con cautela. «Questa partita ci servirà per aumentare ancora di più gli sviluppi di gioco, le trame, l’organizzazione, la condizione fisica e tutta una serie di cose sulle quali stiamo lavorando – ha aggiunto il tecnico – Per questo motivo giocherà qualcuno che ha giocato meno sia adesso che in passato». Non dovrebbe dunque essere gara dell’ex – almeno non dall’inizio – per Michele Rigione candidato a partire dalla panchina; il turnover veronese non dovrebbe coinvolgere Bertagnoli, Garritano e Fabbro.

NUMERI – Nessun precedente in archivio tra le due formazioni: quello di domani sarà dunque il match numero uno tra clivensi e giallorossi. Lo dirigerà il signor Meraviglia di Pistoia, noto alle aquile per aver diretto lo scorso ano le due sfide interne contro Avellino (3-1) e Ternana (1-3). Bercigli e Berti saranno gli assistenti, Monaldi il quarto uomo.

CATANZARO (3-5-2) : Branduani; Fazio, Martinelli, Pinna; Garufo, Verna, Corapi, Risolo, Casoli; Carlini, Curiale. All. Calabro

CHIEVO VERONA (4-3-3) : Seculin; Pavlev, Leverbe, Illanes, Cotali; Bertagnoli, Tuzzo, Garritano; Fabbro, De Luca, Morsay. All. Aglietti