Le Aquile vengono fuori nella ripresa. Cavese battuta con qualche sofferenza

Finisce 2-1 per i giallorossi con le reti di Risolo e Di Piazza. Rigore dell'ex Germinale nel finale per i campani

Più informazioni su

    CATANZARO-CAVESE 2-1

    Marcatore: 17’st Risolo 37’st Di Piazza 45’st Germinale su rigore

    Catanzaro (3-4-1-2) : Branduani; Riccardi (1’st Evan’s), Fazio, Martinelli; Casoli, Verna (45’st Corapi), Risolo, Garufo; Carlini (36’st Baldassin); Curiale (1’st Evacuo), Di Massimo (21’st Di Piazza).A disposizione:  Di Gennaro, Iannì, Salines, Riggio, Pinna, Contessa, Baldassin, Altobelli Allenatore Calabro

    Cavese (4-3-3) : Bisogno; Tazza, Matino (33’st Marzupio), De Franco, Semeraro; Esposito, Cuccurullo (16’st Onisa), Favasuli; Senesi (33’st Monteperto), Vivacqua (21’st Germinale), Russotto. A disposizione: D’Andrea, Paduano, Ricchi , Cannistrà, Migliorini, Pompetti, De Paoli, Montaperto, Forte Allenatore Maiuri

    Arbitro Costanza di Agrigento

    Note: Pomeriggio piovoso. Ammoniti: Risolo, Evan’s

    Una botta di Risolo dalla distanza ed un contropiede letale di Di Piazza regalano al Catanzaro altri tre punti in campionato: battuta per due ad uno la Cavese di Maiuri che nel finale di gara riesce solo ad accorciare le distanze con Germinale dal dischetto. Prova dai due volti per le aquile che partono bene ma poi calano e rischiano qualcosa. Risultato tutto sommato giusto però e striscia di risultati utili che si allunga.

    CRONACA – C’è Curiale, non Evacuo, nel reparto offensivo giallorosso: l’altra scelta a sorpresa di Calabro è Garufo sulla corsia di destra con lo slittamento di Casoli su quella mancina. Sponda Cavese è confermata la presenza in campo di Russotto: Maiuri – squalificato, sostituito in panchina da Scotto – opta per Vivacqua in attacco lasciando in panchina l’altro ex Germinale.

    Primo tempo – Partono forte i padroni di casa che nel primo quarto d’ora sembrano poter mettere agevolmente all’angolo i blufoncé. Ad accendersi per primo è Di Massimo che al quinto, a passo di slalom, si incunea centralmente nella difesa ospite scaricando poi un tiro a giro che scheggia la traversa e schizza alto. Giallorossi sempre saldamente padroni della manovra ma intermittenti nelle conclusioni. E alla lunga la Cavese esce fuori affacciandosi dalle parti di Branduani spinta dalla vivacità di Russotto ed Esposito. Del romano le due occasioni più pericolose: un tiro da fuori respinto in angolo dal portiere al ventinovesimo ed una volé da posizione decentrata che si spegne alta poco dopo. La pressa del Catanzaro si allenta, la partita si fa equilibrata ed il giro palla lento poco aiuta gli uomini di Calabro sotto la pioggia.

    Secondo tempo – Dalla panchina si alzano per questo Evacuo ed Evan’s – fuori Curiale e Riccardi, con Garufo spostato sulla linea di difesa – e qualcosa in più si comincia ad imbastire. L’affondo vero arriva al sedicesimo quando su una corta respinta della difesa ospite Risolo è bravo ad avventarsi prima degli altri e a scaricare di potenza il destro che si infila all’angolino. Il vantaggio e le condizioni atmosferiche in peggioramento convincono Calabro a cambiare ancora in attacco inserendo Di Piazza – davvero buono il suo atteggiamento una volta in campo – al posto di Di Massimo. La Cavese da par suo ci prova dopo la mezzora, sempre con Russotto: alto il suo tiro su imbeccata di Esposito poi al trentottesimo di testa con la palla che sibila il sette. Un bello spavento per i giallorossi che sul capovolgimento di fronte però trovano la rete del raddoppio: Evan’s pesca bene Di Piazza nello spazio, la punta ex Catania lavora ottimamente con il corpo ed incrociando fulmina Bisogno. Pare fatta ma all’ultimo minuto l’arbitro ravvisa un tocco di mano in area di Risolo: sul dischetto ci va Germinale e le distanze si accorciano. In chiusura il Catanzaro avrebbe anche l’occasione per il tris ma Bisogno si oppone con i piedi al lanciato Di Piazza. Finisce così: due ad uno e tre punti in più in saccoccia.

    Più informazioni su