Quantcast

Catanzaro Calcio missione Monopoli. Nel mirino il podio d’inverno

Le Aquile non vincono dal match con il Bisceglie. Per Carlini problema muscolare. Ancora out Branduani. In attacco Evacuo e Di Massimo sono favoriti sulla concorrenza

Escluso lo spezzone contro la Viterbese – recupero fissato per il 27 – sono centottanta i minuti trascorsi dall’ultima vittoria del Catanzaro in campionato. Proprio in esterna e proprio in Puglia, l’ultima volta, con il Bisceglie. Calabro ed i suoi dovranno interrompere la spirale se vorranno chiudere sul podio il girone di andata e domani, a Monopoli – calcio d’inizio ore 15 – dovranno far dimenticare anche l’approccio molle dell’ora buona contro i laziali.

QUI GIALLOROSSI – Bisognerà farlo senza Carlini, rimasto a casa per un piccolo guaio muscolare: facile per questo che si riparta dal 3-5-2 più classico con Corapi in cabina di regia sostenuto da Verna e Risolo. Possibile l’esordio dal primo minuto di Scognamillo, catapultato nelle ultime quarantotto ore nella realtà giallorossa e pronto ad agire da centrale davanti a Di Gennaro. In attacco Evacuo e Di Massimo sono favoriti sulla concorrenza.

QUI BIANCOVERDI – Non troppo positivo il cammino dei pugliesi finora, decisamente al ribasso rispetto alla scorsa più brillante stagione: Scienza e i suoi proveranno a ricominciare tra le mura amiche e nel primo appuntamento dell’anno forti anche del mercato. «E’ cambiata l’aria con i nuovi arrivi – le parole del tecnico alla vigilia – si è alzato anche il ritmo degli allenamenti ed è stata tracciata una nuova linea». Per le gabbianelle sarà un nuovo esame importante, dopo quello dello scorso weekend contro la Ternana: «Il Catanzaro ha un roster impressionante – ha sottolineato Scienza – con struttura fisica ed esperienza. Dovremo avere un atteggiamento diverso in casa, fare di più e dimostrare più coraggio». Subito in campo l’ex Riggio, l’altro compagno Nicoletti è in ballottaggio con Mercadante per la titolarità. Indisponibili Bastrini, Rimoli, Steau, Menegatti, Montero e Santoro.

NUMERI – Dolci, per i giallorossi, i ricordi dell’ultima gita al “Veneziani” con la vittoria per uno a zero firmata da Kanoute del settembre 2019 rimasta per parecchi mesi unica affermazione esterna del gruppo all’epoca guidato da Auteri. Un po’ meno quello dell’ultimo incrocio con l’arbitro designato per la gara – il signor Marchetti di Ostia Lido – suo malgrado sulla strada delle aquile proprio nell’ultimo incrocio tra le due squadre al “Ceravolo” quando furono le gabbianelle ad imporsi per uno a due. Catanzaro imbattuto nei match in Puglia dal marzo 2018 (1-0); in totale sono tre i successi a fronte di ben sette pareggi e cinque sconfitte. Rinaldi e Yoshikawa gli assistenti del fischietto laziale.

MONOPOLI (3-5-2) : Satalino; Riggio, Giosa, Mercadante; Tazzer, Piccinni, Vassallo, Paolucci, Zambataro; Soleri, Starita. All. Scienza

CATANZARO (3-5-2) : Di Gennaro; Fazio, Scognamillo, Martinelli; Casoli, Verna, Corapi, Risolo, Contessa; Di Massimo, Evacuo. All. Calabro