Quantcast

Un’autorete a tempo scaduto salva il Catanzaro a Monopoli. In Puglia è 1-1. Rivedi Studio giallorosso

Di Gennaro para anche un rigore nel secondo tempo. Una prestazione che lascia molti dubbi

Più informazioni su

MONOPOLI-CATANZARO 1-1

Marcatori: 5’st Soleri 45’st autorete di Piccinni

MONOPOLI (3-5-2) : Satalino; Riggio, Giosa, Nicoletti; Lombardo (20’st Tazzer), Piccinni, Vassallo (42’st Currarino), Paolucci, Zambataro (42’st Mercadante); Soleri, Starita (29’st Bunino). All. Scienza. A disp: Taliento, Arna, Fusco, Antonacci, Samele, Guiebre.

CATANZARO (3-4-1-2) : Di Gennaro; Riccardi (14’st Garufo), Fazio, Martinelli; Casoli, Verna, Corapi (14’st Evacuo), Contessa; Baldassin (23’st Risolo); Curiale, Di Piazza(1’st Di Massimo). All. Calabro. A disp: Mittica, Salines, Urso, Scognamillo, Pinna, Garufo.

Arbitro

Note: Starita, Soleri, Riggio, Giosa, Martinelli, Casoli

E’ un pareggio agguantato in extremis, che serve a poco e lascia più di un dubbio, tutto ciò che il Catanzaro riesce a strappare al Monopoli, al “Veneziani”. Giallorossi imprecisi nella prima frazione, castigati da Soleri in apertura di ripresa e vicini al kappao nel finale con un rigore sbagliato da Bunino. A salvare Calabro ed i suoi è una tragicomica autorete in extremis di Piccinni.

CRONACA – Partono dalla panchina gli ultimi arrivati giallorossi e biancoverdi: al posto di Scognamillo il tecnico delle aquile conferma Riccardi mentre Scienza non rischia subito Bunino e lo conserva per le fasi di chiusura. Tutti tra mediana ed attacco gli aggiustamenti catanzaresi con Baldassin al posto dell’infortunato Carlini e la “strana coppia” Curiale-Di Piazza in offensiva. Tra le gabbianelle contemporaneamente in campo i due ex Nicoletti e Riggio.

Primo tempo – Un colpo di testa di Di Piazza murato dalla difesa pugliese a pochi metri dalla linea ed uno svarione di Martinelli che quasi innesca Starita dall’altra parte riscaldano il primo quarto d’ora. Che si snoda per il grosso al piccolo trotto, tra errori tecnici, manovre compassate e ritmi che faticano ad alzarsi. Al ventesimo la prima occasione di marca ospite, sotto dettatura di Corapi e frutto di una bella combinazione tra Curiale e Verna in area: il tiro del centrocampista è debole ma costringe Statalino alla presa bassa. Aquile ancora davanti alla mezzora con una nuova sponda di Curiale, questa volta per Di Piazza, e la botta di potenza di quest’ultimo che termina alta. Il Monopoli ci prova poco dopo affidandosi a Soleri: superati Riccardi e Fazio, il suo tiro a giro è insidioso e sibila il palo.

Studio giallorosso post Monopoli-Catanzaro. Rivedi la diretta

Secondo tempo – La ripresa si apre con un cambio tra i giallorossi – fuori l’inconsistente Di Piazza, dentro Di Massimo – e con un Monopoli più vivace. E’ Soleri a firmare il vantaggio biancoverde all’ora di gioco con un guizzo d’astuzia nel buco centrale lasciato da Riccardi e Fazio ed un tocco da opportunista davanti a Di Gennaro. Per recuperarla Calabro si affida all’esperienza inserendo Garufo ed Evacuo – out Corapi e Riccardi – e se qualcosa migliora è proprio merito della punta ex Trapani. E’ lui a rubare palla in uscita alla difesa pugliese e a servire Di Massimo al sessantaduesimo – il tocco del collega però è debole e Statalino si oppone – ed è sempre lui ad impegnare severamente l’estremo difensore di casa con una girata all’incrocio deviata in angolo poco dopo. Al settantasettesimo Martinelli intercetta con un braccio un pallone calciato dal nuovo entrato Bunino e causa il rigore: sul dischetto ci va lo stesso ex Teramo che però sbaglia facendosi ipnotizzare da Di Gennaro. Nel finale occcasionissima per i biancoverdi, ancora vicinissimi al raddoppio con Soleri di testa nell’area piccola. Poi al novantesimo pieno è un tocco-beffa di Piccinni a riportare il risultato in parità regalando alle aquile un punto striminzito. Almeno quello.

Più informazioni su