Quantcast

Uesse: slitta l’annuncio di Porcino, ma è praticamente giallorosso

Pura formalità, ora occhi puntati su Cuppone

E’ slittato ancora l’annuncio ufficiale di Antonio Porcino al Catanzaro. Ma la giornata di oggi ha rappresentato comunque per il laterale reggino il primo vero contatto con l’universo giallorosso. L’allenamento della mattinata ha visto infatti l’ex Livorno protagonista per la prima volta insieme al gruppo dopo la seduta in solitaria del lunedì ed al più tardi nella serata di domani dovrebbe arrivare la comunicazione del club circa il suo tesseramento. Pura formalità: tempi – chissà – forse dilatati dal riscaldarsi di altre piste su cui la dirigenza giallorossa è in corsa a fari accesi per altri obiettivi. Quello che sta calamitando di più l’attenzione in queste ore è come anticipato ieri Luigi Cuppone, ventitreenne della Casertana, con ancora un anno di contratto con i falchetti. L’operazione è grossomodo definita con il ragazzo ma il recupero di domani dei campani contro il Bisceglie – ed il conseguente e logico stand-by dei discorsi di mercato – sommato al tentativo dei rossoblù di ricavare qualcosa dalla cessione, impediscono di imprimere già l’accelerata decisiva. Che arriverà più avanti, è facile supporre. Non dovrebbe essere l’unico movimento per l’attacco: nei piani del diggì Foresti e del diesse Cerri c’è infatti un ulteriore innesto per il reparto, collegato alla partenza – singola o di coppia – di Curiale e Di Piazza.

INIBITO FORESTI – Per il resto si fa i conti con la bacchettata del Giudice Sportivo che oggi ha sanzionato il club per qualche atteggiamento un po’ sopra le righe nell’ultimo turno contro il Monopoli. Un’ammenda di 500 euro con inibizione fino al 23 febbraio è stata inflitta al diggì Foresti “per comportamento reiteratamente irriguardoso e offensivo nei confronti di addetti federali”.