Quantcast

Catanzaro, contro il Potenza “un altro piglio”. Di Piazza non convocato

Le parole di Calabro alla vigilia: «Loro squadra fisica». Scognamillo pronto, la punta esclusa e forse già lontana

Più informazioni su

Un altro piglio rispetto alla deludente prova Monopoli, che in parole povere vuol dire: più cattiveria, più concentrazione, più cinismo. E’ questa la richiesta esplicita di Calabro al Catanzaro, alla vigilia dell’importante anticipo di campionato di domani contro il Potenza.

Non ci si potrà più incartare in campo né si potrà perdere ulteriore terreno in classifica se si aspira ad un ruolo da protagonisti nel finale di stagione: le insidie saranno tante anche contro i lucani – qualche acciacco ancora non del tutto smaltito e nuovi innesti ancora da inserire – ma mai come ora le aquile dovranno dimostrare di aver imparato la lezione. «Affronteremo una squadra fisica, esperta ed organizzata soprattutto nella fase difensiva – il monito del tecnico giallorosso – e dovremo scendere in campo con l’atteggiamento di chi vuole vincere». «Silenziosa e motivata» la marcia d’avvicinamento della truppa al match, resa effervescente dall’andirivieni del mercato. Proprio sugli ultimi arrivati e sui possibili partenti sono accesi i riflettori in questa vigilia, con Scognamillo candidato alla prima da titolare – «è avanti nella preparazione» ha ammesso Calabro – e Porcino invece indirizzato più verso la panchina, in attesa di ritrovare la giusta condizione. «Il loro arrivo ha aumentato la competitività nei reparti – ha ammesso il coach – Il mercato di riparazione non è adatto alle rivoluzioni». Spicca d’altra parte l’assenza Di Piazza nella lista dei convocati: il futuro della punta – questo trapela – è ancora tutto da scrivere ma l’esclusione per la gara potrebbe già essere un messaggio chiaro.

Più informazioni su