Quantcast

Catanzaro, Calabro carica: “A Foggia come in casa”

Aquile verso la Puglia con l'obiettivo di vincere. L'allenatore: «Atteggiamento propositivo ed attenzione alta». Tra i convocati torna Branduani

Fare dello “Zaccheria” un altro “Ceravolo“: approcciare la gara contro il Foggia proprio come l’ultima contro la Vibonese e più in generale come tutte quelle finora disputate tra le mura amiche.

Questo l’obiettivo con cui il Catanzaro si è messo in viaggio verso la Puglia questo pomeriggio, tra desideri di continuità dopo il fresco successo nel derby e consapevolezza di essere arrivato allo snodo forse fondamentale del proprio cammino in stagione. Sarà scontro diretto contro i satanelli che precedono in classifica. E sarà la prima di un tour-de-force ravvicinato che proseguirà poi con Casertana e Palermo. «Cercheremo di interpretare la gara come facciamo in casa – la conferma di Calabro – con atteggiamento propositivo e cercando di tenere alta l’attenzione». Al primo posto la prestazione – «I risultati non sono mai venuti per caso ma sempre come conseguenza di ciò» – al secondo la lucidità nel gioco.

«Il Foggia non è una sorpresa – ha sottolineato il tecnico delle aquile – E’ una squadra con una determinata fisionomia di gioco che interpreta sia in casa che fuori. E’ molto aggressiva, difende con tutti gli effettivi sotto la linea della palla e riparte con grossa gamba, sfruttando calci piazzati ed elementi capaci di ribaltare l’azione».

Ci sarà da tenere gli occhi aperti, dunque, senza dimenticare che a deciderla potrebbero essere gli episodi. «I particolari possono cambiare il match – l’avvertimento – dovremo valutare le situazioni ed attuarle nel miglior modo possibile». Di nuovo tra i convocati Branduani – partirà dalla panchina dopo la negativizzazione dal covid e l’ok medico – recuperato anche Verna – ai box nel derby per pubalgia – ed arruolato anche Jefferson, acciaccato dopo Pagani.